A distanza di 17 anni dal suo abbandono, si profila una seconda vita per Manifattura tabacchi. Il complesso industriale di Firenze è stato un punto di riferimento per circa 70 anni e adesso è pronto a trasformarsi in una nuova cittadella all’avanguardia. Secondo le carte del progetto, che stanno adesso facendo il giro del web a suon di condivisioni su siti di informazione e social, sarà allestita una nuova piazza con tanto di piste ciclabili e pedonali, e saranno creati spazi di co-working che si affiancano a laboratori per gli artigiani e produttori di domani. Dettagli di primissimo piano, il piano segue la logica dei cosiddetti volumi zero.

Dalla sua c’è la posizione è strategica, tra il centro storico, il Parco delle cascine e il campus dell’Università di Novoli vicino al centro di San Donato con i suoi multisala, palestre e ipermercati. Difficile credere che non ci sia un consistente flusso di persone. Stiamo parlando di un’area di 6 ettari con 16 edifici e superficie coperta di 100.000 meri quadrati in un quartiere densamente popolato. Il progetto è evidentemente ambizioso ed è stata necessaria la creazione di una joint venture tra Cassa depositi e prestiti e il gruppo Aermont, fondo indipendente, specializzato da anni in una intensa attività di real estate con sede a Londra.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome