Sono davvero moltissime le segnalazioni di pagamenti superiori al dovuto da parte dei cittadini per quanto riguarda i contatori del gas che registrano costi superiori al dovuto come evidenziato e scoperto dai servizi delle Iene per una truffa o per un errore tecnico. A questo punto si muovono anche le associazioni dei consumatori che chiedono interventi alle autorità.

Per verificare e controllare che non si faccia parte di questa situazione, il sistema più semplice è essere sicuri di non utilizzare nulla come dispositivo a gas e andare davanti al contatore per circa 5 minuti. Se non scatta nulla, si può stare tranquilli, altrimenti si vedrà il numeratore andare avanti anche solo solo di 1-2 punti e si potrà capire che c’è qualcosa che, probabilmente, non va.

Per quanto riguarda la difesa dei propri diritti, il cattivo funzionamento di questi dispositivi che spesso registravano consumi mai realmente effettuati, potrebbe inquadrarsi nell’ambito di una truffa a patto che le aziende non abbiano predisposto alcuna azione riparatrice dei dispositivi pur conoscendone il malfunzionamento Angelo Pisani, avvocato e leader dell’associazione di categoria NoiConsumatori, paventa di dare inizio a una class action che vedrebbe coinvolte le migliaia di vittime che troverebbero dunque una risposta dopo la valanga di segnalazioni inviate

 

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 10 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome