Addio a TomTom o al Navigon? Le mappe di Big G adesso si possono consultare offline comprese di punti di interesse e dati sugli esercizi commerciali nelle vicinanze. Tra le tante cose c’è anche l’esigua mole di dati necessaria per memorizzare una zona. L’area metropolitana di Roma, ad esempio, occupa poco più di 220 MB. Come fare? Anche se preinstallato su tutti i dispositivi Android, può succedere che Google Maps sia stato rimosso perché mai utilizzato. Occorre quindi avviare il Play Store e cercare Maps e poi toccare Installa per iniziare il download e l’installazione dell’app e poi Apri. Come di consuetudine nelle app targate Google, non appena avviato Maps inizierà un breve tour attraverso le funzionalità fruibili tramite l’interfaccia. Con uno swype verso destra dal bordo sinistro dello schermo aprire il Menu con tutte le opzioni.

Che sia il ristorante o il cinema preferito, è bene tenere memorizzata la posizione di un luogo che interessa. Cercarlo: una volta visualizzato sulla mappa, toccare il pallino rosso e poi il pulsante Salva per ritrovare tutto in I tuoi luoghi. Uno dei servizi più usati e apprezzati di Maps è sicuramente la possibilità di avere informazioni in tempo reale su traffico e trasporto pubblico, con l’indicazione dei percorsi ciclabili. Aprire il Menu laterale e scegliere la visualizzazione preferita in base al percorso.

Per far sì che l’audio del navigatore sia della massima qualità possibile e disponibile offline, aprire il Menu dell’app, toccare Impostazioni -> Impostazioni navigatore e poi Riproduci suono di prova: così facendo verrà scaricato il pacchetto di lingua italiana in qualità HD. A questo punto, dopo essersi assicurati di essere sotto copertura Wi-Fi, in modo da non consumare i dati dal piano tariffario, aprire il Menu e scegliere Aree offline: toccare il tasto + e, una volta zoomato sull’area che interessa consultare offline, toccare Scarica. Sarà sufficiente tenere acceso il GPS sul dispositivo utilizzato, che sia un tablet o uno smartphone, anche con la rete cellulare spenta, per godere delle funzionalità di Maps, comprese le informazioni sui luoghi nelle vicinanze.

Tra le novità introdotte nelle ultime versioni di Google Maps, ce n’è una in particolare che è stata molto apprezzata dagli utenti. A tutti sarà capitato almeno una volta di non riuscire a orientarsi in una zona pur avendola correttamente raggiunta. Cambiando l’inclinazione della mappa ora potremo avere una visuale 3D di tutti i palazzi e le ambientazioni che ci circondano: sarà sufficiente scorrere dal basso verso l’alto con due dita sulla mappa. Se poi vogliamo viziarci ancor di più, zoomiamo con un pinch ulteriormente sulla mappa e attiviamo la modalità Street View.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome