Ecco il link per il download



iCloud non è integrato in Windows, compresa la nuova versione Windows 10. Per sfruttare la nuvola digitale messa a disposizione da Apple occorre dunque scaricarlo. Possiamo farlo all’indirizzo support.apple.com/it-it/HT204283 da PC o in Boot Camp su Mac per sincronizzare i dati. Dopo aver avviato il programma di installazione possiamo vedere un pannello simile a quello di iCloud nelle Preferenze di sistema del software per Mac, incluso il nuovo Sierra. Eseguiamo normalmente l’accesso da qui, utilizzando l’indirizzo di posta elettronica e la password associate al nostro ID Apple. Nella finestra seguente, scegliamo cosa sincronizzare, includendo le cartelle destinate alla libreria di immagini e al caricamento delle nuove foto e anche il browser per i preferiti.

Adesso iCloud per Windows creerà le cartelle per archiviare i documenti su PC o in Boot Camp su Mac e procederà alla sincronizzazione. Possiamo trovare queste cartelle nelle Risorse del computer, dove iCloud Drive comparirà come un’icona nella barra laterale. Ogni account fornisce 5 GB di spazio gratuito per ciascuno utente, compresi i possessori di iPhone e iPad, ma se non dovesse bastarci, i prezzi per passare a un piano superiore sono piuttosto abbordabili ed effettuare l’upgrade è un’operazione molto semplice. Più precisamente, 50 GB di spazio aggiunto richiede un impegno di spesa di 0,99 euro al mese, 200 GB di 2,99 euro al mese, 1 TB di 9,99 euro al mese.

Eseguendo l’accesso a iCloud.com da qualunque programma di navigazione (Safari, Mozilla Firfox, Google Chrome, Microsoft Edge, Internete Explorer) su Mac o PC, sarà possibile usare le versioni online di molte app iOS e OSX, incluse Pages, Numbers e Keynote. I documenti e i dati creati su Mac o iPhone e iPad saranno disponibili nelle corrispondenti app online e potremo anche sfogliare il contenuto di iCloud Drive per gestire i file che abbiamo caricato e condividerli.

I documenti grandi fino a 5 GB possono essere spediti via posta elettronica grazie a Mail Drop. Da qui possiamo anche controllare la nostra libreria foto iCloud, ma i contenuti non potranno essere usati nelle app online.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi