La procedura da seguire passo dopo passo



I backup ovvero le copie di sicurezza dei dati non sono mai sufficienti. Anche se Windows 10, così come Windows 8 e Windows 7, permette con i Punti di ripristino automatici di ritornare a una situazione precedente in caso di problemi con aggiornamenti o installazioni di programmi non riuscite, è sempre una buona idea avere a disposizione il backup integrale del sistema su una chiavetta o su un disco USB, oppure anche su DVD o addirittura online. In questo modo anche se non riusciamo ad avviare il sistema operativo e siamo costretti a reinstallarlo, possiamo sempre ripristinare l’ultimo backup salvato su un supporto esterno.

Si tratta di una situazione che capita molto raramente, ma avere la possibilità di ripristinare direttamente il sistema senza dovere mandare il computer in assistenza ci farà sicuramente dormire sogni più tranquilli. E allora, come salvare i dati sulla chiavetta USB? Apriamo il Pannello di Controllo dal menu Start e facciamo clic su Cronologia File, l’app che permette di salvare copie dei file personali per poterli ripristinare in caso di problemi. Dopo avere inserito una chiavetta o un disco USB abilitiamo la funzione di cronologia dei file e facciamo clic sulla voce Backup delle immagini del sistema che si trova in basso a sinistra.

A questo punto dobbiamo scegliere dove salvare un’immagine del sistema, cioè la copia delle unità necessarie per l’esecuzione di Windows, tra supporto USB, DVD o unità di rete. Dopo avere selezionato il supporto e le partizioni da salvare, dovremo confermare le impostazioni di backup e avviare la procedura di salvataggio dei dati. La durata dell’operazione dipende naturalmente da quanti dati abbiamo. Anche se non è obbligatorio, è sempre consigliabile chiudere tutti i programma attivi e i documenti aperti. Oltre al backup dei dati, per un PC che non vuole avviarsi serve un disco di ripristino del sistema.

Da Pannello di Controllo selezioniamo Ripristino/Crea unità ripristino. Volendo, possiamo inserire nell’unità di ripristino anche i file di sistema, noi però abbiamo preferito realizzare due supporti diversi in quanto il backup va aggiornato regolarmente. Il disco di ripristino può essere costituito anche da una chiavetta USB da 1 GB. Attenzione però che verrà formattata e non potremo usarla per salvarci altri dati.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

ARTICOLI SIMILI

NESSUN COMMENTO

Rispondi