Può capitare accendendo il PC di scoprire che le icone di Windows 10 siano diverse dal solito e che appaiano incomplete oppure danneggiate. Di solito quando succede assumono la forma di rettangoli o di quadrati colorati e perdono invece la loro forma originaria. Con buona probabilità la colpa è della cache delle icone che si è corrotta. Il termine cache indica un’area di memoria di piccole dimensioni ed estremamente veloce: per visualizzare le icone più in fretta Windows le memorizza tutte in un file. Il problema delle icone corrotte, in realtà, è piuttosto comune in tutte le versioni del sistema operativo di casa Redmond, soprattutto la 8.1.

Fortunatamente possiamo risolverlo facilmente in pochi clic. In alcuni casi è suficiente riavviare il computer perché tutto torni alla normalità, ma per andare sul sicuro è consigliabile eseguire sempre una procedura guidata, semplice e veloce. Per ripristinare le icone in Windows 10 digitiamo le parole Pannello di Controllo nel box di ricerca che si trova in basso a sinistra, nel Desktop del nostro computer. Apriamo il pannello di controllo con un clic del mouse e ora selezioniamo la seconda voce nella colonna di destra, Aspetto e personalizzazione, sempre con un clic. A questo punto dobbiamo aprire la scheda Opzioni Esplora file, cliccando sulla voce numero 5 della schermata che si è appena aperta.

Nella scheda Visualizzazione mettiamo la spunta a Visualizza cartelle, file e unità nascoste e togliamo invece la spunta a Nascondi i file protetti di sistema. Un messaggio ci avvisa che togliendo quest’ultima spunta, visualizzeremo file e cartelle indispensabili all’avvio e al funzionamento di Windows. Dovremo fare molta attenzione. Dopo aver cliccato su Sì e OK il messaggio sparisce. Apriamo la finestra Esegui premendo insieme sulla tastiera Win + R. Il tasto Win è indicato dal simbolo della finestra di Windows. Nella finestra di dialogo Esegui scriviamo %localappdata% e clicchiamo su OK. Si apre la cartella AppData che ne contiene al suo interno molte altre.

Per ripristinare le icone danneggiate non ci resta che individuare il file IconCache.db e cancellarlo senza troppi timori. Lo troviamo scorrendo la cartella fino in fondo. Riavviando il PC le icone torneranno come prima. In Visualizzazione ripristiniamo la situazione precedente compiendo le azioni contrarie a quelle indicate. Ora non visualizziamo più le cartelle e i file nascosti e neppure quelli protetti di sistema, così non rischieremo di combinare involontariamente qualche guaio.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome