Nonostante Microsoft abbia dichiarato che passare a Windows 10 non comporta la perdita dei nostri dati, molti di noi dopo l’aggiornamento hanno visto sparire i propri file. Installare Windows 10 ci dà tantissimi vantaggi. Possiamo sfruttare novità come l’assistente vocale Cortana o il nuovo browser Edge, che consente di prendere appunti direttamente sulle pagine visualizzate. Purtroppo, l’aggiornamento al nuovo sistema operativo di Microsoft non è mai del tutto indolore. Oltre ai guai con le periferiche che potrebbero smettere di funzionare c’è anche il problema dei file che non si trovano più.

In caso di aggiornamenti tanto massicci è sempre indispensabile fare il backup completo dei dati presenti nel proprio computer. Se ce ne siamo dimenticati o qualcosa ci è sfuggito però non facciamoci prendere dal panico. Ecco cosa possiamo fare per ritrovare in pochi minuti i file che sembrano essere svaniti nel nulla. Facciamo clic sul simbolo di Windows 10 a sinistra nella barra delle applicazioni per visualizzare il menu Start. Ora scegliamo Impostazioni e poi clicchiamo su Account. Scegliamo Sincronizza le impostazioni. Potremmo visualizzare questo messaggio: Accesso eseguito con un profilo temporaneo. Le opzioni di roaming non sono disponibili.

Scoperta la causa dei nostri guai, salviamo eventuali file aperti su una chiavetta USB per non perderli. Riavviamo il PC e accediamo con il nostro Account di Microsoft. È anche possibile che i file ci siano ma non vengano visualizzati quando li cerchiamo. Facciamo una prova inserendo una parola chiave nella barra Ricerca in Windows e nel web. Se il problema è confermato, sempre nella barra di ricerca, scriviamo indicizzazione e selezioniamo Opzioni di indicizzazione. Poi facciamo clic su Avanzate. Adesso clicchiamo sul collegamento Risoluzione dei problemi di ricerca e indicizzazione. Si apre una finestra che ci chiede qual è il nostro problema. Scegliamo l’opzione giusta.

Dopo aver messo il segno di spunta a I file non vengono visualizzati nei risultati di ricerca aspettiamo che Windows 10 capisca cosa c’è che non va e risolva l’errore. Nel nostro caso le autorizzazioni non erano quelle corrette. Ricordiamo anche che passando a Windows 10, alcuni dei nostri file potrebbero essere stati spostati altrove. In questo caso il file viene trovato quando lo cerchiamo tramite barra di ricerca. Facciamo clic destro sul nome del file e scegliamo Apri percorso file. Ora spostiamolo dove ci è comodo. Se i problemi non sono risolti nella barra digitiamo cronologia, clicchiamo su Impostazioni cronologia file, Vai a Backup e ripristino. Usiamo il backup di Windows 7.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 15 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome