Come sincronizzare le rubriche telefoniche



Se possediamo uno smartphone Android e usiamo esclusivamente i servizi di Gmail, buona parte dei problemi di sincronizzazione con il PC sono risolti. Se invece preferiamo un programma più funzionale per la gestione dei messaggi di posta elettronica, come Outlook, le cose di fanno un po’ più complesse. Importare nel software di Microsoft la rubrica dei contatti di Gmail è comunque possibile, ma con un’avvertenza. I contatti memorizzati sullo smartphone non sono automaticamente sincronizzati con la rubrica online di Gmail. Quando registriamo un nuovo nome, lo smartphone ci chiede se vogliamo salvarlo sulla SIM, sul dispositivo o come contatto di Gmail. Per facilitarci la vita, scegliamo sempre quest’ultima soluzione.

Come fare per importare i contatti di Gmail in Outlook? Apriamo la rubrica dei Contatti in Gmail e facciamo clic sulla voce Altro, nel menu di sinistra. Quindi facciamo clic su Esporta. Gmail ha recentemente aggiornato l’interfaccia ma per l’esportazione verremo riportati alla vecchia versione di Contatti. Una volta entrati nella vecchia visualizzazione dei Contatti, selezioniamo tutti i contatti, quindi facciamo clic su Altro. Nel menu che appare scegliamo Esporta. Si apre un pannello in cui dobbiamo scegliere il formato del nostro database. Possiamo scegliere di esportare tutti i contatti oppure solo quelli selezionati o ancora solo alcuni gruppi.

Adesso impostiamo il corretto formato di esportazione. Selezioniamo Formato CSV Outlook e facciamo clic su Esporta. Salviamo il file sul nostro computer. Poiché non esiste un sistema di sincronizzazione automatico, è probabile che dovremo ripetere questa operazione anche in futuro. Salviamo il file in una cartella specifica e nel nome aggiungiamo la data. Ora dobbiamo importare il database creato in Outlook. Avviamo il programma e, nel menu File, facciamo clic su Apri ed esporta, nella colonna di sinistra. Clicchiamo su Importa/esporta nelal finestra centrale per iniziare la procedura. Nella finestra che appare, troviamo l’elenco dei vari formati di database compatibili con Outlook.

Non c’è la voce Formato CSV di Outlook. Dobbiamo selezionare l’opzione generica Importa dati da altri programmi o file. Facciamo clic su Avanti e scegliamo Valori separati da virgola. Se apriamo con Excel il file .csv appena create, scopriamo infatti che ogni contatto non è composto da tante colonne, una per ogni dato, ma da una colonna con i dati separati dalle virgole. Nella nuova finestra, facciamo clic su Mappa campi personalizzati. I database di Gmail e quello di Outlook sono leggermente differenti, pertanto è necessario rimappare il database esportato per renderlo compatibile. Ora dobbiamo trascinare ogni voce del campo di sinistra, relativo al database di Gmail, sulla voce corrispondente nel campo a destra, relativo al database di Outlook.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 4.3]

NESSUN COMMENTO

Rispondi