Oltre 900 milioni di persone usano Gmail per controllare la posta elettronica, e per una buona parte di loro si tratta della casella di posta principale. Ma come tutti i servizi di webmail, Gmail ha bisogno di una connessione Internet attiva anche solo per visualizzare i messaggi arrivati precedentemente mentre non sempre, soprattutto sui computer portatili, questa connessione è disponibile. Fortunatamente esiste una soluzione che ci consente di consultare i messaggi già arrivati e magari di scriverne uno nuovo, che verrà inviato nel momento in cui ci collegheremo di nuovo alla Rete, esattamente come succede con le normali caselle di posta.

Per avere Gmail offline ci sono due modi: possiamo attivare le funzioni POP e Imap da Gmail e inserire i dati per la connessione all’interno di Outlook, oppure usare una mini app di Google per salvare la posta offline. Quest’ultimo sistema ha però il limite di funzionare solo sul browser Chrome. Come fare? La classica finestra di Gmail viene visualizzata solo quando abbiamo una connessione Internet attiva, in caso contrario non potremo leggere nemmeno le mail già arrivate. Per poter visualizzare le mail anche quando non siamo in rete, individuiamo l’icona della rotella dentata che si trova sulla barra in alto a destra e selezioniamo la voce Impostazioni.

Apriamo la scheda Inoltro e POP/IMAP. Per usare Gmail anche con i classici client di posta elettronica come Outlook o Windows Mail attiviamo l’Accesso POP e IMAP. Da Outlook o Windows Mail selezioniamo Aggiungi nuovo Account e inseriamo i dati forniti da Google all’interno della finestra Impostazioni. Facciamo clic su Altre Impostazioni. Per motivi di sicurezza dovremo compilare anche le caselle delle Impostazioni Avanzate con i dati delle porte di accesso, forniti da Google in Impostazioni di Gmail. Una volta inseriti i dati richiesti, compresi Nome Utente e Password, controlliamo il funzionamento dell’account facendo clic su Prova Impostazioni Account.

Se abbiamo diverse migliaia di messaggi di posta elettronica archiviati online rischiamo di intasare il PC. Meglio perciò limitare la dimensione della cartella da Impostazioni di Gmail. Esiste anche un’alternativa all’inserimento dei dati di Gmail in Outlook: Google ha infatti realizzato l’estensione Gmail Offline che funziona però con il solo browser Chrome. Allo stato, per gestire i propri messaggi di posta elettronica sempre più persone si affidano a una casella basata sul web come Gmail, Yahoo Mail, Outlook.com o a una delle tante altre webmail completamente gratuite e sempre più diffuse in Rete.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome