Windows 10, il nuovo sistema operativo di Microsoft, porta con sé numerose modifiche nell’esperienza d’uso. In linea di massima, la strada seguita dalla società di Redmond è quella dell’integrazione delle funzioni e della facilitazione nell’esecuzione di tutte le operazioni. Tuttavia è inevitabile che, almeno all’inizio, occorra qualche giorno in più per prendere confidenza. Una delle funzionalità più facili che il nuovo software porta con sé è la conversione dei documenti realizzati in di Word o in Excel in un documento Pdf non modificabile e leggibile con facilità da tutti i dispositivi, smartphone e tablet inclusi. Lo stesso sistema può essere applicato anche per le pagine web (meglio dare un’occhiata all’anteprima prima di dare il via libera) e perfino delle immagini.

La soluzione più comune, già implementata in Windows 10, è la cosiddetta stampa virtuale in Pdf. A differenza di quanto è stato necessario fare con le precedenti versioni del sistema operativo della multinazionale di Redmond, questa volta non occorre installare software aggiuntivi. E allora come fare per salvare un documento in Pdf con Windows 10? In prima battuta occorre aprire uno documenti di testo con qualsiasi programma, sia esso Word o lo stesso Blocco Note. Quindi cliccare su File in alto a sinistra e scegliere Stampa. Nella finestra che si apre cliccare ancora su Stampa e selezionare Microsoft Print to Pdf. Si tratta proprio di quella stampante virtuale che, simulando l’operazione di riproduzione su carta del testo, crea in file Pdf.

Chi è abituato a utilizzare i comandi della tastiera (come le ben note funzioni di copia e incolla Ctrl+C e Ctrl+V) può fare riferimento alla combinazione di tasti Ctrl+P. Può tuttavia capitare, soprattutto per le pagine di alcuni siti web, che questa funzione sia inibita. La soluzione è comunque dietro l’angolo. Chi utilizza il browser Google Chrome, ad esempio, può seguire il percorso Stampa > Modifica > Microsoft Print to Pdf. Analoga operazione va seguita nei casi di preferenza di Mozilla Firefox o Internet Explorer. Il programma più comune per aprire i file creati è naturalmente Adobe Reader, già integrato in Windows 10 e con i browser Google Chrome e Microsoft Edge.

Infine, un piccolo segreto e una limitazione. La funzione Microsoft Print to Pdf permette di scegliere anche la qualità del file, da 72 a 4000 dpi. Basta andare nelle impostazioni avanzate prima di lanciare la stampa. In merito alla limitazione, questa funzione non permette la creazione di Pdf/A, il formato riconosciuto legalmente per i documenti fiscali. In questo caso occorre fare riferimento ad altre soluzioni, come il software PdfCreator, gratuitamente scaricabile.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome