L’operazione di aggiornamento del sistema operativo è piuttosto semplice. Occorre però tenere presente che l’offerta gratuita riguarda soltanto l’upgrade di Windows 7 e Windows 8 (oltre che di Windows 8.1), solo per un periodo di tempo limitato, ed è necessario effettuare l’operazione da una versione funzionante del sistema operativo. Questo perché Microsoft ha modificato il sistema di verifica delle licenze dell’attivazione. Windows 10 analizza l’hardware del computer e genera una licenza associata alla configurazione. Solo dopo che è stata assegnata e il sistema operativo risulti attivo, si può formattare il disco è reinstallare tutto da capo. Ma questa pratica appartiene al passato.

Adesso il primo passo da compiere è avviare l’aggiornamento. Tutti gli utenti dovrebbero trovare l’icona Ottieni Windows 10 nell’area di notifica della barra delle applicazioni, in basso a destra a fianco dell’orologio. Basta un clic per aprire la finestra di dialogo che consente di prenotare il download dell’aggiornamento. Microsoft permette anche di programmare l’avvio dell’upgrade ovvero scegliere l’orario per far partire in automatico la procedura in base alle personali esigenze di utilizzo. Le dimensioni del file da scaricare sono di circa 3 GB.

Per bruciare i tempi, basta collegarsi al sito ufficiale della società di Redmond nella sezione software e scaricare il Media Creation Tool che consente di iniziare subito il download e l’installazione del nuovo software oppure di creare una chiavetta Usb avviabile per aggiornare un computer non connesso al web. A questo punto, avviare il programma, accettare la licenza e selezionare Aggiorna il PC Ora. Quindi fare clic su Avanti per iniziare il download. I tempi non sono brevi per la conclusione delle operazioni potranno essere necessarie alcune ore nel corso delle quali occorre verificare che il computer, nel caso si tratti di un portatile sia regolarmente alimentato. Al termine dell’installazione viene mostrata una finestra che propone l’uso delle Impostazione rapide

Le principali novità del nuovo sistema operativo della multinazionale di Redmond (ammonta al 92% la fetta di computer nel mondo che utilizzano Windows) sono l’assistente vocale Cortana che consente la ricerca a voce di file salvati e si adatta alle esigenze; il ritorno del comando del menu Start, anche se rivisitato, ma l’utente può personalizzare lo spazio; il nuovo browser Edge attraverso cui sottolineando una parola appaiono le informazioni prese dalla Rete; il multi desktop con cui eseguire più attività allo stesso tempo affiancando fino a quattro app.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 9 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome