Computer, smartphone, tablet e smartwatch. Sono tanti i dispositivi a disposizione per mostrare foto, riprodurre musica o leggere file di testo. Quando però trasferiamo un’immagine o un video da un terminale all’altro possono verificarsi problemi nell’apertura del file. La difficoltà sta nei formati e nel fatto che non tutti i dispositivi sono compatibili con lo stesso tipo di documenti o di immagini. Significa che una foto sul computer non può essere aperta dal tablet semplicemente perché non supporto quel tipo di file. Per risolvere il problema, la soluzione è cambiare formato e non mancano le risorse sul web in grado di farlo gratuitamente e perfino senza alcuna installazione sul proprio computer.

Una di queste è Fileminx, raggiungibile all’indirizzo www.fileminx.com. Si tratta appunto di un servizio gratuito che può convertire alcuni documenti di testo, immagini, musica e video da un formato a un altro senza installare nulla. Il funzionamento è elementare. Occorre fare clic sul pulsante Sfoglia e selezionare dall’hard disk il file da convertire in un altro formato, come un mp3. Una volta selezionato il file, fare clic su Apri e a quel punto Fileminx proporrà una serie di alternative disponibile per quel tipo di file. Tra queste, ci sono anche i formati usati più di frequente dai più diffusi dispositivi per l’ascolto di musica. Fare quindi clic sul formato che serve e attendere il termine dell’operazione.

Il tempo di attesa dipende dal tipo di file caricato e dalle sue dimensioni, ma generalmente il procedimento è abbastanza veloce. Al termine dell’operazione è comunque possibile vedere il file pronto da scaricare. Fare dunque clic sul nome del file e si aprirà la classica finestra di salvataggio che consentirà di scegliere dove archiviarlo. Di più: è anche possibile scaricare un file da Internet convertendolo già in un nuovo formato. Ad esempio, se si tratta di una foto, basta copiarlo e incollarlo nella casella di Fileminx. Nella pagina principale, con un clic su Info è poi possibile vedere tutti i formati compatibili che il servizio è in grado di trattare. Soo divisi per categorie e facilmente consultabili.

Quando si modifica il formato di un file, occorre sapere che alcuni di essere sono definiti lossy, il che significa che va messa in conto una perdita di qualità. Il caso più tipico è quello dei file mp3 che sono più maneggevoli e leggeri rispetto ai formati audio originali come il wav. Per ottenere questo risultato occorre però rinunciare a una parte del qualità iniziale di un brano musicale. I dati perduti nella conversione non potranno essere recuperati, neanche in caso di conversione successiva del file d mp3 al wav di partenza. Lo stesso ragionamento si applica alla immagini con il jpeg.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome