Devono essere sempre aggiornati all'ultima versione disponibile



Con il nuovo sistema operativo Windows 10 (e successivi aggiornamenti) per PC, Microsoft ha fatto evidentemente un lavoro accurato nella gestione dei driver. Già dal primo avvio, infatti, il sistema operativo è in grado di riconoscere una quantità davvero notevole di periferiche di ogni genere: dalle schede video ai mouse e i trackpad di una grande quantità di produttori. Il sistema di aggiornamento automatico fa poi in modo di controllare ciclicamente gli aggiornamenti disponibili, evitandoci qualsiasi incombenza.

Tuttavia, possono verificarsi casi in cui vogliamo controllare personalmente lo stato di una periferica, magari per via di malfunzionamenti, oppure tornare a una versione meno aggiornata di un driver, per esempio se sperimentiamo problemi di compatibilità con un programma. Windows offre la possibilità di effettuare questo tipo di interventi mediante il pannello chiamato Gestione Dispositivi. Diventa perciò importante sapere come aprirlo e come utilizzarlo per controllare i driver di tutte le periferiche installate.

Nel menu Start, facciamo clic sull’icona con la ruota dentata per entrare nelle Impostazioni. Apriamo un pannello qualsiasi e, nella finestra di ricerca, scriviamo Gestione dispositivi. L’elenco comprende tutte le periferiche: esterne, come i mouse, o interne come le schede video. Facciamo clic destro su un dispositivo e scegliamo Aggiornamento software driver. Nella nuova finestra, decidiamo di cercare in automatico un driver aggiornato, oppure indichiamo manualmente un percorso, magari per un driver scaricato e non ancora installato.

Se il dispositivo è già equipaggiato con il driver più recente, Windows ce lo segnalerà. Se vogliamo cancellare un driver, nel menu scegliamo la voce Disinstalla. In tutti i casi si tratta dunque di una operazione molto semplice che non presenta complicazioni. In ogni caso, rispetto alle precedenti versioni del sistema operativo, la procedura è di fatto automatica e gli interventi extra sono ridotti al minimo essenziale.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi