Tags Articoli taggati con "iPhone 8"

iPhone 8

di -

La data che circola con maggiore insistenza per il keynote Apple è quella di martedì 4 aprile

Si accorciano i tempi per la presentazione dei nuovi iPad Pro e far rimbalzare la notizia è questa volta DigiTimes che tira in ballo fonti interne a Apple. Secondo il popolare sito taiwanese il timer è stato inserito e per i nuovi tablet made in Cupertino occorre attendere i primi giorni di aprile. L’attesa non è casuale perché l’intenzione della multinazionale della mela morsicata sarebbe proprio di levare i veli dai nuovi tablet nel nuovo Steve Jobs Theater nell’Apple Park. Vale la pena far presente come lo stesso portale asiatico abbia va precedentemente indicato i mesi di maggio o giugno come quelli più verosimili per il lancio sul mercato dei nuovi iPad Pro 2017.

L’accelerazione della macchina della produzione avrebbe poi spinto Apple a rivedere il suo calendario. E se c’è una data che adesso circola con maggiore insistenza per l’allestimento del keynote Apple ed è quella di martedì 4 aprile. C’è poi un altro segnale del fermento in casa Cupertino e lo ha portato alla luce da Fiksu, società che si occupata nell’analisi del traffico web attraverso smartphone e tablet. Ebbene, ha individuato i quattro codici iPad 7.1, iPad 7.2, iPad 7.3 e iPad 7.4 che richiamerebbero le release Wi-Fi e Wi-Fi + LTE di iPad Pro da 12,9 pollici e Wi-Fi e Wi-Fi + LTE di iPad Pro da 10,5 pollici. Proprio quest’ultima rappresenterebbe la novità sul fronte iPad.

L’iPad Pro da 9,7 pollici è già sottile e leggero, così Apple potrebbe mantenere le stesse dimensioni riducendo la cornice in modo da ampliare lo schermo verso i bordi e ottenere così un modello con display True Tone da 10,1 pollici. Con l’iPhone 7 è arrivato il tasto Home allo stato solido, sensibile alla pressione. Potrebbe essere introdotto anche nel nuovo iPad insieme a una nuova versione del Taptic Engine in grado di simulare un feedback tattile quando lo premiamo. Difficilmente però il nuovo iPad sarà impermeabile come il nuovo iPhone. I nuovi modelli del tablet Apple vengono aggiornati con le fotocamere degli iPhone dell’anno precedente. Così per gli iPad 2017 è probabile l’arrivo del rinnovato sensore da 12 megapixel e l’obiettivo con stabilizzatore ottico.

Il jack da 3,5 millimetri per le cuffie è destinato a scomparire, il segnale audio in formato digitale arriverà dalla porta Lightning già presente per la ricarica e per il trasferimento dei dati e la sincronizzazione. E se non c’è alcuna speranza di vedere comparire l’iPhone 8 dal prossimo keynote Apple, l’occasione potrebbe essere quella giusta per il rilascio della versione finale dell’aggiornamento di sistema operativo iOS 10.3, adesso giunto alla sesta beta. Il software è compatibile con iPhone 7 e iPhone 7 Plus, iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone SE, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, oltre che con iPad Pro da 12,9 pollici, iPad Pro da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad di quarta generazione, iPad mini 4, iPad mini 3, iPad mini 2, iPod touch di sesta generazione

di -

Nella seconda parte dell'anno sono previsti diversi smartphone top di gamma

Il mercato 2017 degli smartphone è ancora in via di formazione. Da qui alla fine dell’anno è previsto il rilascio di nuovi top di gamma e di altri destinati ad avere un interessante seguito commerciale. Il più atteso è forse l’iPhone 8. Sono comunque attesi anche i soliti due modelli, la cui principale novità andrebbe ricercata nel display. Per il Wall Street Journal, su almeno una delle varianti sarà montato un pannello Oled curvo. Non sono attesi tasti fisici sul pannello frontale e potrebbe sparire la porta Lightning con collegamento assicurato dalla USB di tipo C. Ma per l’analista Ming-Chi Kuo, Apple non abbandonerà la porta Lightning e proporrà un sistema di ricarica veloce della batteria.

Si vocifera anche di una versione più perfezionata del sensore Touch ID per il riconoscimento delle impronte digitali e di un assistente vocale Siri più evoluto. Nessuna incertezza in riferimento al sistema operativo: il lancio sul mercato del nuovo avverrà in contemporanea con il rilascio dell’iOS 11. Ai nastri di partenza anche il Samsung Galaxy S8. Le ultime notizie riferiscono che avrà 8 GB di RAM e sarà il primo non phablet ad avere il pennino, al pari della gamma Note. I cambiamenti saranno tanti considerando potrebbe mostrare un maxi display Super Amoled da 5,8 pollici con risoluzione pari a 2.560 x 1.440 pixel e bordo curvo dai lati.

Potrebbe sparire il tasto home fisico con il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali spostato nella striscia di schermo laterale. Se la data del 29 marzo 2017 come giorno della presentazione è nota da tempo, c’è chi come il popolare leakster Roland Quandt ha anticipato prezzi e colori del device. Più precisamente la versione di base dovrebbe essere proposta a un prezzo di listino di 799 euro mentre la variante Plus a 899 euro, anche con scocca di colore viola accanto a quelle argento e nero. A ogni modo il conto alla rovescia è già iniziato considerando che lo smartphone sarà presentato tra poco più di due settimane a New York.

Le prime indiscrezioni sul nuovo Pixel 2017, atteso comunque nella seconda parte dell’anno, si muovono su due coordinate ben precise: il miglioramento del comparto della fotocamera e la resa impermeabile del terminale. Il tutto mentre non si esclude la realizzazine di una variante economica. In casa Huawei si attende invece il completamento della triade con il Huawei P10 Lite accanto al top di gamma Huawei P10 e alla variante maxi Huawei P10 Plus. I tempi sembrano maturi, considerando che il device – atteso con uno schermo da 5,2 pollici, processore Kirin 655, fotocamera da 12 megapixel, videocamera da 8 megapixel e batteria da 3.100 mAh – potrebbe fare il suo debutto già nel prossimo mese di aprile 2017.

di -

Si riparte dal nuovo sistema operativo iOS 11

In attesa di sapere tutto sull’iPhone 8 ovvero caratteristiche tecniche, novità, cambiamenti, miglioramenti, prezzi e uscita, è la fantasia di progettisti e sviluppatori a catturare l’attenzione. A suon di prototipi, concept e mockup stanno immaginando aspetto e specifiche della nuova generazione di iPhone e a valutare dal successo ottenuto via web, rappresentano una spia dei desideri dei consumatori dei prodotti di Cupertino. Adesso è il turno del designer Vianney le Masne che ha immaginato la combinazione di display Oled, Dark Mode, nuovo sistema operativo e totale assenza di bordi nell’iPhone 8 (o anche iPhone 7S se Apple manterrà la sequenza nella denominazione).

Ed è proprio la Dark Mode, strategica anche nelle condizioni di scarsa illuminazione ambientale, a rappresentare una delle novità più interessanti. La multinazionale di Cupertino non ha annunciato ufficialmente questa funzionalità al pari di quanto avviene sui sistemi operativi per Mac, ma Vianney le Masne ha cercato di anticipare i tempi, come emerge anche dal video del concept. In ogni caso, l’appuntamento con la versione finale dello smartphone di Apple è solo nel prossimo autunno, ma già alla WWDC 2017 dal 5 al 9 giugno potrebbero spuntare le prime indiscrezioni affidabili. La certezza è comunque rappresentata dall’equipaggiamento con il nuovo sistema operativo iOS 11, la cui anteprima sarà appunto presentata alla prossima conferenza per sviluppatori.

Ecco poi il design futuristico del sito iPhone-Tricks.de. L’idea è di un iPhone 8 con schermo senza bordo da 5.4 pollici e tasto Home integrato nel display. Non è previsto il jack per le cuffie ma neanche la porta Lightning e spazio piuttosto alla nuova USB-C. Linee più raffinate e audio stereo migliorato e con scocca colorata per il concept di Yasser Farahi. SCAVids e ConceptiPhone propongono un iPhone 8 con display curvo da 5,5 pollici, processore A11 con 4 GB di RAM, batteria da 3.500 mAh, speaker surround, videocamera frontale da 8 megapixel e fotocamera posteriore da 16 megapixel. Parte di queste specifiche potrebbe essere effettivamente presa in considerazione da Cupertino.

Il concept di Marek Weidlich prevede un iPhone più sottile e uno schermo che sfrutta tutto il pannello frontale. Ecco poi l’assenza del tasto Home, che tra l’altro è un punto in comune della maggior parte dei concept dell’iPhone 8, e una interfaccia del prossimo sistema operativo iOS 11 che ricorda quella dell’Apple Watch. Per Eric Huismann design bombato, spessore ridotto e fotocamera nella parte posteriore con sensore da 15 megapixel che non sporge dal corpo.

di -

Si rinnova la sfida tra i due smartphone top di gamma

Si chiama PowerVR Furian ed è la nuova architettura GPU di nuova generazione sviluppata da Imagination Technologies che supporta anche grafica in risoluzione 4K, OpenCL 2.0, Vulkan 1.0 ed OpenVX 1.1. Promette significativi miglioramenti nelle prestazioni grafiche e nell’efficienza energetica per gli iPhone futuri. Tecnicamente anche per il prossimo iPhone 8. E non si tratta di una società casuale poiché è la stessa che a cui già si affida la società di Cupertino per i propri iPhone e iPad. Entrando nel dettaglio, la nuova soluzione aumenta del 35% i GFLOPS e dell’80% il fill rate. In buona sostanza significa una crescita del 70-90% delle performance nei giochi e, dettaglio non di poco conto, riducendo i consumi energetici.

Se, come da tabella di marcia, la Series8XT ovvero la prima GPU basata su Furian sarà annunciata verso la metà del 2017, i primi dispositivi non arriveranno prima della fine del 2018. Significa che difficilmente sarà implementata sulla prossima versione di iPhone mentre è più verosimile che trovi spazio nella versione del 2018 che potrebbe essere l’iPhone 8 se Apple dovesse mantenere la numerazione progressiva della denominazione e dunque chiamare iPhone 7S il modello 2017. In passato la società di Cupertino aveva manifestazione l’intenzione di acquisire Imagination Technologies ma senza formulare un’offerta. Tuttavia negli ultimi mesi Apple ha reclutato almeno due dozzine di dipendenti, a iniziare dal progettista di chip.

Ma se per l’iPhone 8 (o iPhone 7S) occorre aspettare altri sei mesi, sul terreno degli smartphone top di gamma il Samsung Galaxy S8 è in dirittura d’arrivo. Se la data del 29 marzo 2017 come giorno della presentazione è nota da tempo, c’è chi come il popolare leakster Roland Quandt ha anticipato prezzi e colori del device. Più precisamente la versione di base dovrebbe essere proposta a un prezzo di listino di 799 euro mentre la variante Plus a 899 euro. E sempre nel tweet che sta facendo il giro del web, ha rivelato che Samsung metterà a scaffale un modello con scocca di colore viola accanto a quelle argento e nero.

Ma cosa mettere in conto con il Samsung Galaxy S8? Le ultime notizie riferiscono che avrà 8 GB di RAM e sarà il primo non phablet ad avere il pennino, al pari della gamma Note. Per Samsung il nuovo smartphone sarà fondamentale per provare a recuperare credibilità dopo il disastro dei Note 7 ritirati dal mercato per il problema delle batterie che esplodono. Ecco perché i cambiamenti saranno tanti e a tratti dirompenti, considerando potrebbe mostrare un maxi display Super Amoled da 5,8 pollici con risoluzione pari a 2.560 x 1.440 pixel e bordo curvo dai lati. Potrebbe sparire il tasto home fisico con il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali spostato nella striscia di schermo laterale.

di -

Nuove indiscrezioni del sito giapponese Mac Otakara

La prossima generazione di iPhone potrebbe essere proposta anche con la denominazione iPhone Edition. Proprio in occasione del decennale dal lancio sul mercato della prima versione del suo smartphone, Apple potrebbe affiancare questo nuovo monicker a un versione speciale del melafonino. A sostenerlo è l’ultimo report del sito giapponese Mac Otakara, lo stesso che ha invitato a mettere in conto in questo mese di marzo il keynote di presentazione dei nuovi iPad Pro. E la scelta non sarebbe casuale poiché si tratterebbe del seganale che il nuovo iPhone (iPhone 8 o iPhone 7S che sia) sarà una variante che si andrà a collocare in una fascia ancora più alta.

In qualche modo, osserva il sito giapponese, ci sono analogie con l’Apple Watch Edition. La conseguenza? Prezzi più alti, dai 1.000 dollari in su. Le uniche specifiche confermate sarebbero il display da 5 pollici, la ricarica wireless e la fotocamera con doppio sensore nella parte posteriore. Nello stesso documento si legge come la società di Cupertino stia testando più pannelli per il display, LCD e Amoled e i prototipi sono tutti senza tasto Home. In buona sostanza, la multinazionale statunitense si trova nella piena fase di test per la valutazione delle migliori tecnologie e dei materiali più appropriati per la realizzazione di un device che, come da tradizione, sarà “il migliore iPhone di sempre”.

Sono comunque attesi anche i soliti due modelli di iPhone 8 (o iPhone 7S, sottolineiamo ancora), la cui principale novità andrebbe ricercata nel display. Per il Wall Street Journal, su almeno una delle varianti sarà montato un pannello Oled curvo. Non sono attesi tasti fisici sul pannello frontale e potrebbe sparire la porta Lightning con collegamento assicurato dalla USB di tipo C. Ma per l’analista Ming-Chi Kuo, Apple non abbandonerà la porta Lightning e proporrà un sistema di ricarica veloce della batteria.

Si vocifera anche di una versione più perfezionata del sensore Touch ID per il riconoscimento delle impronte digitali a bordo dell’iPhone 8 e di un assistente vocale Siri più evoluto. Nessuna incertezza in riferimento al sistema operativo: il lancio sul mercato del nuovo avverrà in contemporanea al rilascio dell’iOS 11. Il prossimo top di gamma della multinazionale di Cupertino potrebbe finire a scaffale con un costo di listino più elevato. Nel dettagli il ritocco verso l’alto sarebbe fra i 50 e 100 dollari. La ragione andrebbe ricercata anche nelle maggiori spese di produzione per via dell’introduzione del più dispendioso pannello Oled.

di -

Più potente, più sicura, di dimensioni ridotte e in grado di supportare oltre 1.200 cicli di ricarica

Se c’è una richiesta che viene avanzata tutti gli anni alla vigilia dell’uscita di un nuovo iPhone è quella del miglioramento delle durata della batteria. E anche in vista dell’iPhone 8, associato al nuovo sistema operativo iOS 11, il coro delle voci non è da meno. Si tratta infatti del punto debole della maggior parte degli smartphone presenti sul mercato. Basta un utilizzo non troppo intensivo e alla fine della giornata l’autonomia energetica è pari allo zero. Gli aggiornamenti software riescono solo in parte a contenere il consumo e i tanti consigli e suggerimenti per allungare la vita della batteria sono sì preziosi ed efficaci, ma non in grado di assicurare una svolta.

Tuttavia, un team dell’Università del Texas ha sviluppato una nuova tecnologia che potrebbe sparigliare le carte sul tavolo di gioco. A detta dei ricercatori, grazie all’innovazione sviluppata le batterie saranno più sicure, più potenti e più veloce da caricare. E, dettaglio non di poco conto, la novità potrebbe essere tecnicamente implementata già sull’iPhone 8. Ebbene, il team di ricerca guidato dal 94enne John Goodenough ha creato le batterie allo stato solido, evoluzione di quelle agli ioni di litio, in grado di offrire tre volte la densità energetica delle batterie di oggi e più sicure per l’avvio. Tra l’altro sarebbero a prova di fuoco ovvero mettono al riparo i consumatori da casi simili a quelli del Samsung Galaxy Note 7.

Sembra che questa nuova tecnologia allo stato solido risolva molti dei problemi associati con le soluzioni al litio. La batteria è più potente, più sicura e, dettaglio non di poco conto per Apple, di dimensioni simili o anche più ridotte rispetto alle soluzioni attuali. E sarebbe anche in grado di supportare oltre 1.200 cicli di ricarica. Tutti da verificare i tempi di introduzione di questa innovazione perché se i ricercatori si dicono già pronti per esportare il loro lavoro, l’Università del Texas sta negoziando accordi di licenza con le aziende del comparto delle batterie. Stando a Maria Helena Braga, ingegnere del team di ricerca, «l’uso di elettroliti di vetro ci ha permesso di sostituire il litio con il sodio, che è più economico».

Di più: «Il sodio può essere estratto dall’acqua del mare ed è abbondantemente disponibile». In vista dello sviluppo di iPhone 8 (e di altri smartphone, anche non a firma Apple), si tratterebbe di una soluzione rivoluzionaria in grado evidentemente di andare al di là degli sforzi di miglioramento della durata della batteria intervenendo sul lato software, sia esso la prossima major release iOS 11 o l’aggiornamento iOS 10.3, adesso in via di sviluppo.

di -

Prosegue lo sviluppo dei nuovi aggiornamenti del software mobile di Cupertino

Settimana dopo settimana cresce anche in questo mese di marzo 2017 l’attesa per la prossima generazione di iPhone, sia essa l’iPhone 8 o l’iPhone 7S, al pari delle novità relativa alla nuova gamma di iPad Pro e all’uscita della versione definitiva dell’iOS 10.3. Il tutto mentre scende in maniera graduale il prezzo dell’attuale top di gamma iPhone 7, sempre più oggetto di sconti, offerte e promozioni soprattutto per chi sceglie la strada dell’acquisto via web. Ad alimentare le voci è adesso Nikkei Asian Review, secondo cui saranno tre le versioni di iPhone 8 che Apple lancerà sul mercato: tre nuovi modelli di iPhone in autunno, tra cui uno con un display Oled da 5,8 pollici, e due con display LCD.

Tra iPhone 8 e iPhone 7 sempre più scontato

iPhone 8 01Dall’Asia arrivano dunque nuove conferme sulle strategie dell’azienda di Cupertino. Il prossimo iPhone potrebbe essere disponibile in tre configurazioni, due con schermi a cristalli liquidi e una con uno schermo Oled da 5,8 pollici ovvero dalle dimensioni maggiori rispetto all’attuale variante Plus. Alle ultime novità su ciò che sarà dell’iPhone 8 si affiancano invece le certezze del presente sull’iPhone 7 ovvero la possibilità di acquistare la versione base da 32 GB a 614 euro con la piattaforma lospaccaprezzi.it di ecommerce, a 614,90 euro con puntocomshop.it e a 615 euro con teknozone.it. In tutti i casi la garanzia è di tipo europeo.

iOS 10.3: uscita più vicina

ios 10.3 06Dopo quattro versioni beta, l’uscita della versione finale dell’iOS 10.3 è più vicina. C’è chi scommette sulla sua disponibilità in coincidenza con un keynote di presentazione che verrebbe organizzato già in questo mese di marzo 2017 per il lancio dei nuovi iPad Pro. Di interessante c’è la possibilità di attivare l’autenticazione dell’account in due passaggi: il login tramite il device e il numero di telefono. Di certo c’è invece che la comunità degli hacker è già al lavoro sul jailbreak a partire dalle quattro release di prova e il supporto garantito per iPhone 7 e iPhone 7 Plus, iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone SE, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPad Pro da 12,9 pollici, iPad Pro da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad di quarta generazione, iPad mini 4, iPad mini 3, iPad mini 2 e iPod touch di sesta generazione.

iPad Pro 2017: nuovi modelli in arrivo

iPad Pro 2017 02Questo potrebbe essere allora il mese della nuova gamma di iPad Pro. Si tratta della novità principale che passa da quattro elementi chiave. In prima battuta le realizzazione di un modello da 10,1 pollici con display True Tone riducendo la cornice così da ampliare lo schermo verso i bordi. Quindi il nuovo tasto Home insieme a una nuova versione del Taptic Engine in grado di simulare un feedback tattile quando viene premuto. Per i nuovi iPad Pro 2017 è atteso un sensore da 12 megapixel con stabilizzatore ottico. Infine, addio al jack da 3,5 mm per le cuffie e spazio alla porta Lightning già utilizzata per la ricarica e per il trasferimento dei dati e la sincronizzazione.

di -

Nonostante l'assenza al Mobile World Congress, Apple è al lavoro sullo smartphone top di gamma

Anche all’edizione 2017 Apple ha marcato visita non ha partecipato al Mobile World Congress di Barcellona. Non si tratta di una novità e né di una notizia inaspettata. La società di Cupertino, infatti, sceglie da sempre altre modalità di promozione dei suoi prodotti, non prende parte a eventi collettivi e ha evidentemente voluto seguire lo stesso percorso anche in riferimento all’iPhone 8. Certo, per vedere la nuova versione del melafonino occorrerà con molta probabilità attendere la seconda parte dell’anno. Ma le indiscrezioni si moltiplicano da settimane e vanno di pari passo con la curiosità di appassionati e consumatori dei prodotti della mela morsicata.

La principale novità dell’iPhone 8 andrebbe ricercata nel display. Stando a quanto riferito (o confermato) dal Wall Street Journal, almeno una delle varianti di iPhone 8 esibirà un pannello Oled curvo made in Samsung. Non ci saranno tasti fisici sul pannello frontale e scomparirà la porta Lightning. Il collegamento sarà assicurato dalla USB di tipo C, nuovo standard che sta ormai prendendo piede nei prodotti di elettronica di consumo. Tuttavia, secondo Ming-Chi Kuo, analista della KGI, le cose non stanno esattamente così e a suo dire la porta Lightning troverà spazio nella nuova generazione di iPhone e la società di Cupertino introdurrà anche un sistema di ricarica veloce della batteria.

Si vocifera anche di una versione più perfezionata del sensore Touch ID per il riconoscimento delle impronte digitali e di un assistente vocale Siri più evoluto. La fotocamera nella parte posteriore dovrebbe essere migliorata con l’implementazione di un doppio sensore e sono naturalmente attesi passi in avanti anche sotto il versante del processore. Ma c’è chi non esclude un colpo a sorpresa (un terzo modello?), se non altro perché il prossimo sarà l’iPhone del decennale.

Nessuna incertezza in riferimento al sistema operativo: il lancio sul mercato dell’iPhone 8 (o iPhone 7S) avverrà in contemporanea al rilascio dell’iOS 11. Una delle principale incognite è come sempre legata al prezzo. Al di là delle differenze di prezzo, in alcuni casi anche molto sensibili da paese a paese, il prossimo top di gamma della multinazionale di Cupertino potrebbe finire a scaffale con un costo di listino più elevato. Nel dettagli il ritocco verso l’alto sarebbe fra i 50 e 100 dollari. La ragione andrebbe ricercata anche nelle spese di produzione superiori per via del pannello Oled.

di -

I cambiamenti che potrebbero rendere migliore l’esperienza con il nuovo sistema operativo mobile di Apple

Fra le novità che caratterizzano la prossima versione del melafonino, iPhone 8 o iPhone 7S che sia, ci sarà l’iOS 11. Il rinnovato sistema operativo di Apple è destinato a migliorare l’esperienza offerta dall’attuale iOS 10, capace sì di introdurre interessanti innovazioni, ma senza rappresentare quel punto di rottura così costantemente ricercato dai consumatori della mela morsicata. Forse per via di qualche bug e disservizio di troppo, soprattutto in relazione alla durata della batteria su iPhone 6S e iPhone 6S Plus, a cui la società di Cupertino ha risposto con il rilascio dell’update correttivo iOS 10.2.1, non sembra aver convinto fino in fondo.

E soprattutto in vista dell’iPhone 8, da cui non sono attese grandi rivoluzioni nonostante la sua uscita coincida con il decennale dell’iPhone, ecco che l’iOS 11 sarà fondamentale per rilanciare lo smartphone tra i consumatori, anche e soprattutto sul piano commerciale. La stretta attualità passa invece dallo sviluppo dell’iOS 9.3, la cui versione definitiva è attesa in questo mese di marzo, in coincidenza con un nuovo keynote Apple per il possibile lancio della nuova gamma di iPad Pro, di un iPhone 7 con scocca rosso e della seconda generazione di iPhone SE. E anche in riferimento a questa nuova versione del software per iPhone e iPad è destinata a rinnovarsi la sfida con la comunità degli hacker sul terreno del jailbreak, considerando lo sblocco delle più recenti iterazioni rilasciate dai laboratori di Cupertino.

iOS 11: novità, WWDC 2017 e richieste di miglioramenti

In parallelo, l’appuntamento con le prime informazione ufficiali su iOS 11 è invece con la WorldWide Developer Conference 2017, dal 5 al 9 giugno. Si tratta del tradizionale appuntamento di Apple con i suoi sviluppatori e punto di riferimento per tracciare la rotta sulle novità in ambito software. Ad avanzare critiche costruttive in merito all’aspetto e alle funzionalità da proporre con il prossimo sistema operativo mobile ci ha pensato adesso la redazione di PocketGamer. Fra i suggerimenti avanzati sull’iOS 11 ci sono il Game Center completamente ridisegnato con l’implementazione di una chat al suo interno, il miglioramento del supporto iCloud, la riprogettazione dell’interfaccia grafica magari con l’opportunità di scegliere se sfogliare le pagine in verticale o in orizzontale.

E ancora, il cambiamento dell’applicazione Foto con la possibilità di inserire tag e localizzazione alle immagini, la rivisitazione del multitasking permettendo anche di chiudere tutte le app attive con un solo tocco, la possibilità di scegliere le applicazioni predefinite, anche associando l’apertura di un link al browser Safari o di una foto da condividere con Mail, un balzo in avanti dell’App Store. A tal proposito, si domandano, perché non fare provare con l’iOS 11 le applicazioni gratuitamente prima dell’acquisto? E perché non ricevere una notifica push per ogni modifica di contenuti i prezzi delle app contenute nella lista dei desideri.

di -

Apple è assente e il Samsung Galaxy S8 non c'è, ma sono tante le ragioni per cui il MWC 2017 di Barcellona è interessante

Le principali attenzioni al Mobile World Congress 2017, in corso a Barcellona, sono catturate dai tre nuovi smartphone Huawei: il Huawei P10, Huawei P10 Lite e Huawei P10 Plus. La ragione è semplice: anche quest’anno Apple ha disertato l’appuntamento con il principale appuntamento in terra europea con il lancio di novità im ambito elettronica di consumo e per l’iPhone 8 (o anche iPhone 7S) occorre attendere il consueto keynote dedicato. E allo stesso tempo Samsung ha fatto un passo indietro rispetto alla presentazione del suo top di gamma Samsung Galaxy S8. Di conseguenza, almeno sullo stretto versante degli smartphone, il marchio cinese Huawei ha davanti a sé un’autostrada da percorrere a grande velocità.

Scocca in alluminio, il Huawei P10 è atteso con un display Full HD da 5,5 pollici con risoluzione pari a 2.560 x 1.440 pixel. Dalla sua ci sono una fotocamera da 12 megapixel con due sensori, al pari delle tendenze attuali, con flash LED, e una videocamera da 8 megapixel, chip SoC Kirin 960 con CPU octa-core a 2,3 GHZ, GPU MP8 Mali-G71 accompagnato da 4 o 6 GB di RAM e 64, 128 o 256 GB di storage, espandibile via microSD. Realizzato nei colori blu, oro e verde, il prezzo sarà da vero top di gamma. In pista al MWC 2017 anche il Watch 2, smartwatch 42 millimetri di diametro e 1,4 pollici di display 400 x 400 pixel.

In ogni caso, anche Samsung sarà protagonista del Mobile World Congress 2017, a inziare dall’annunciato tablet Samsung Galaxy Tab S3 con schermo Super Amoled da 9,7 pollici e spessore ridotto di 5,6 mm, processore Qualcomm Snapdragon 820 con 4 GB di RAM, fotocamera da 12 megapixel e nuova Bluetooth S Pen, fino ad arrivare al nuovo 2-in-1 Galaxy Tab Pro S2 basato su Windows 10. Display, da 12 pollici di tipo Super Amoled,a bordo trovano spazio un chip Intel Core i5 7200U con 4 GB di RAM e 128 GB di storage e una tastiera rimovibile.

In rampa di lancio al MWC 2017 di Barcellona c’è anche lo smartphone top di gamma LG G6. Display da 5,7 pollici con risoluzione pari a 2.880 x 1.440 pixel, il terminale è spinto dallo Snapdragon 821 con 6 GB di RAM e 64 GB di memoria nella versione base. C’è spazio per una batteria da 3.200 mAh con un inedito sistema di raffreddamento e per una fotocamera nella parte posteriore con doppio sensore da 13 megapixel.

E naturalmente le attenzioni sono per il ritorno di Nokia. L’HMD Global Oy che ha acquisito i diritti del marchio Nokia, propone tre modelli: 3, 5 e 6, tutti di fascia bassa. E poi c’è il Nokia 3310, le cui indiscrezioni più recenti riferiscono di uno schermo da 2,4 pollici, una fotocamera da 2 megapixel, del prezzo di 59 euro e della solita batteria a lunga durata: 30 giorni di stand-by e 22 ore di chiamate.

SEGUICI SU