Se sulla data di presentazione del Samsung Galaxy Note 8 non ci sono dubbi e il giorno da segnare con il circoletto rosso sul calendario è il 23 agosto 2017 (il keynote è in programma al Park Avenue Armory di New York City), spuntano adesso le date di avvio delle prenotazioni o della vendita vera e propria. Sono presunte perché non è arrivata alcuna conferma dal produttore sudcoreano. Ma stando a quanto si legge note dell’assicurazione del display del terminale sul sito australiano della società, il 25 agosto è il giorno clou. Significa molto semplicemente che in quel giorno dovrebbe essere dato il via alle vendite del Samsung Galaxy Note 8 o almeno alla sua prenotazione. Almeno sul territorio australiano.

Samsung potrebbe infatti decidere di procedere con la vendita a più riprese nei vari mercati in un arco temporale comunque ristretto. A ogni modo, la promozione Screen Assure di Samsung Australia per la rottura dello schermo durerà fino al 31 ottobre 2017 e non è chiaro se sarà previsa anche in altri mercati, tra cui quello italiano. A proposito di lanci sul mercato, un’altra indiscrezione che sta circolando è quella della realizzazione di una Emperor Edition del Samsung Galaxy Note 8. Ricordando coma anche in questo caso non ci sono conferme, il device sarebbe caratterizzato da una RAM da 8 GB (anziché da 6 GB) e da 256 GB di storage per l’archiviazione (anziché 128 GB).

Di più: tra le novità che potrebbero caratterizzare il nuovo phablet ci potrebbe essere la colorazione Deep Blue, così come rivelato in anteprima con un tweet dal popolare tipster Roland Quandt. Intendiamoci: nulla di ufficiale. Ma il passato lo stesso Quandt si è reso protagonista di anticipazione che si sono rivelate veritiere. La nuova generazione del phablet potrebbe esibire un Infinity display da 6,3 pollici, curvo ai lati nella scia del Samsung Galaxy S8 ed essere spinta dal potente processore Exynos 8895 con 6 GB di RAM. A spingerlo ci penserebbe il processore Snapdragon 835 (Exynos 8895) accompagnato da 6 GB di RAM. La batteria attesa per il nuovo terminale a firma Samsung sarebbe da 3.300 mAh rispetto a quella 3.500 mAh del Samsung Galaxy S8+.

Per via del restringimento delle cornici nella parte anteriore in cui il display occuperà la quasi totalità dello spazio, lo scanner per il riconoscimento delle impronte digitali del Samsung Galaxy Note 8 dovrebbe essere spostato sul retro. A bordo trovano spazio una dual-camera da 12 megapixel con stabilizzatore ottica dell’immagine, oltre al supporto del dock di espansione DeX e naturalmente la compatibilità della S-Pen. Secondo un report di Evan Blass, spesso rivelatore di vere anticipazione sui dispositivi Samsung, il Galaxy Note 8 potrebbe costare circa 1.000 dollari, diventando così il più costoso device Galaxy fino a oggi. Una scelta che potenzialmente lo colloca fuori dalla portata di molti consumatori.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 4.5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome