Il conto alla rovescia per la presentazione e il successivo lancio sul mercato del Samsung Galaxy Note 7 è iniziato. Sì, proprio così: quello su cui cui saranno levati i veli il 2 agosto sarà il phablet numero 7. La società sudcoreana avrebbe deciso di saltare il Samsung Galaxy Note 6 per mettere la numerazione del phablet in linea con quella degli smartphone top di gamma Samsung Galaxy S7 e gamma Samsung Galaxy S7 Edge. Nome a parte, cosa cambia e quali sono le differenze rispetto all’attuale gamma Samsung Galaxy Note 5? In attesa della scheda tecnica ufficiale dell’ultima produzione della multinazionale di Seul, cosa racconta il primo confronto tra i due terminali in riferimento a design, prestazioni, caratteristiche e prezzo?

E allora, per quanto riguarda il design non vanno messo in conto cambiamenti. L’aspetto tra il Samsung Galaxy Note 5 e il Samsung Galaxy Note 7 sarà pressoché simile se non identico. Un po’ come è successo quest’anno con il passaggio dal Galaxy S6 al Galaxy S7, in cui i cambiamenti visivi sono stati impercettibili. C’è però chi riferisce che i Note 7 sarò di tipo Edge ovvero con il display curvo da entrambi i lati mentre quasi certamente disporrà di una nuova S-Pen, di un ingresso USB Type-C per la ricarica e la sincronizzazione e, stando alle ultime notizie di uno scanner per il riconoscimento dell’iride degli occhi e di un migliorato lettore delle impronte digitali così da innalzare il tasso di sicurezza.

Il Samsung Galaxy Note 7 dovrebbe mostrare uno schermo da 5,8 pollici di tipo Super Amoled con risoluzione pari a 2.560 × 1.440 pixel ovvero leggermente più grande rispetto al display da 5,7 pollici (con la stessa risoluzione) del Note 5. Due differenze importanti sono piuttosto la presenza di uno slot microSD per aumentare lo storage, il cui modello di base avrà una memoria di 64 GB, e la certificazione IP68 di resistenza ad acqua e polvere che il nuovo dispositivo dovrebbe portare con sé. A bordo del Note 7 è atteso un processore Snapdragon 823 a 2,5 GHz accompagnato da 6 GB di RAM rispetto al Samsung Exynos octa-core con 3 GB di RAM del Note 5.

Nel nuovo phablet di Samsung troverebbero spazio una fotocamera posteriore da 12 megapixel con apertura f/1.7 per catturare immagini e registrare video in alta qualità e una videocamera anteriore da 5 megapixel da utilizzare per selfie e videochiamate mentre nel Note 5 fanno bella mosra di sé una fotocamera posteriore da 16 megapixel posteriore con OIS e una frontale da 5 megapixel. E ancora: batteria da 4.000 mAh da una parte e da 3.000 mAh all’altra, entrambe con sistema di ricarica veloce. Possibile l’equipaggiamento con il nuovo sistema operativo Android N per il Note 7, che sarà comunque compatibile con il Note 5. A quanto pare, il prezzo di listino del Samsung Galaxy Note 7 sarà di circa 800 dollari, una cifra destinata a scendere rapidamente. Per il Galaxy Note 5 occorrono adesso mendo di 580 euro. Amazon, per fare un esempio, lo propone a 579,01 euro.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 31 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome