Apple e Samsung protagoniste nell'ultimo quadrimestre del 2016



Di uno, del Samsung Galaxy Note 7, c’è già una data ed è quella del 2 agosto come giorno di presentazione. La volontà della multinazionale di Seul di anticipare i tempi ed essere protagonista nell’ultimo quadrimestre dell’anno, senza attendere il tradizionale appuntamento con l’IFA 2016 di Berlino. Dell’altro, l’iPhone 7, ci sono solo tante novità e una sfilza di ultime notizie, ma non la data in cui i miglioramenti saranno resi noti al grande pubblico. Si tratta di due dei terminali più attesi in questa seconda parte dell’anno e destinata a farsi concorrenza. In realtà è la variante Plus dell’iPhone 7, quella con il maxi display da 5,5 pollici ad avvicinarsi maggiormente alle caratteristiche del Galaxy Note 7 che dovrebbe mostrare uno schermo da 5,8 pollici di tipo Super Amoled con risoluzione pari a 2.560 × 1.440 pixel.

A bordo del Note 7 è atteso un processore Snapdragon 823 a 2,5 GHz accompagnato da 6 GB di RAM mentre sull’iPhone 7 troveremo il nuovo chip proprietario A10, magari con 3 GB di memoria. L’esperienza d’uso dimostra che più che delle singole componenti, a fare la differenza di un buon device è il suo equilibrio generale. A ogni modo, nel nuovo phablet di Samsung troverebbero spazio una fotocamera posteriore da 12 megapixel con apertura f/1.7 per catturare immagini e registrare video in alta qualità e una videocamera anteriore da 5 megapixel da utilizzare per selfie e videochiamate.

Dalle parti di Cupertino sono immaginate due strade. La prima prevede l’implementazione di un sensore da 12 megapixel nella parte posteriore, così da aumentare la qualità complessiva delle foto catturate. La seconda suggerisce l’introduzione di una doppia fotocamera, formata da due sensori e due ottiche nel retro, così da garantire un migliore dettaglio e migliori prestazioni in condizioni di scarsa luminosità. Il Samsung Galaxy Note 7 dovrebbe essere dotato di slot microSD per aumentare lo storage, il cui modello di base avrà una memoria di 64 GB. Anche quest’anno sull’iPhone 7 continua a rimbalzare la voce di un possibile abbandono dell’opzione da 16 GB e del ritorno da 32 GB, ma non ci sono conferme.

Il principale freno a questo passaggio è rappresentato dai costi finali a carico dell’utente. A tal proposito, in merito all’iPhone 7, invece, il punto di partenza è naturalmente rappresentato dai prezzi di listino dell’iPhone 6S, disponibile nei colori grigio siderale, argento, oro e oro rosa. Per comprarlo servono 779 euro per il modello da 16 GB, 889 euro per quello da 64 GB, 999 euro per quello da 128 GB. Impegno di spesa più elevato per l’iPhone 6S Plus, la versione da 5,5 pollici: 889 euro per comprare la release da 16 GB, 999 euro per quella da 64 GB, 1.109 per quella da 128 GB. Difficilmente il livello dei costi sarà più basso con il nuovo smartphone di casa Apple. A quanto pare, il prezzo di listino del Samsung Galaxy Note 7 sarà di circa 800 dollari, una cifra destinata a scendere velocemente con il trascorrere delle settimane.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 3]

NESSUN COMMENTO

Rispondi