L’era della realtà virtuale è già iniziata. Ha fatto la sua comparsa nel corso dello scorso anno e cerca l’affermazione definitiva nel 2017. Si tratta di un percorso iniziato da tempo e che mese dopo mese sta vedendo lo sviluppo di visori sempre più innovativi, tecnologicamente avanzati e anche a prezzo abbordabile. La rotta è stata tracciata dal Google Cardboard che ha fatto da apripista e adesso modelli come l’HTC Vive hanno alzato l’asticella della competitività. Di fatto abbiamo adesso il potere di portare a casa per ambienti virtuali realistici con più di una soluzione e di conseguenza è tempo di apprezzare differenze e procedere con il confronto di caratteristiche e prezzi di tanti visori acquistabili anche in Italia. Il primo aspetto che balza all’attenzione è proprio quello di costi per via delle evidenti discrepanze.

OCULUS RIFT LAUNCHOculus Rift. Il visore più popolare è prodotto da un’azienda di proprietà di Facebook ed è arrivato sul mercato a 720 euro più il costo di un computer potente a cui collegarlo. Comprende anche controller che si impugna simulando le mani dell’utente nella realtà virtuale. I requisiti minimi sono scheda video Nvidia Gtx 970/Amd R9 290 o equivalenti; CPU Intel i5-4590 o equivalente; Video out Hdmi; Porte USB 3x USB 3 + 1x USB 2; sistema operativo, Windows 10, Windows 8.1, Windows 8, Windows 7. Per utilizzarli occorrono un controller Xbox per interagire con i giochi e il telecomando per muoversi all’interno dei menù della piattaforma Oculus Home e dentro le simulazioni. Tra i giochi c’è Adrift, dove un astronauta deve sopravvivere alla deriva nello spazio dopo un incidente. Sono oltre cento i videogame disponibili da subito, oltre ai contenuti di diverso tipo, come film e documentari.

htc vive 01HTC Vive. Probabilmente la tecnologia di realtà virtuale più evoluta, con controller per le mani e sensori di posizione che ci permettono di camminare fisicamente in un ambiente. L’impegno di spesa è di 899 euro più il costo di un computer potente a cui collegarlo. Quella con HTC Vive è un’esperienza completa che può fare riferimento anche anche su controller wireless, sensori di posizione per la stanza un casco con telecamera incorporata, oltre a tre titoli già annunciati. Tre le app incluse c’è Vive Phone Services, fondamentale per continuare a ricevere e rispondere alle chiamate in arrivo, leggere messaggi, rispondere e controllare l’agenda degli appuntamenti attraverso il casco.

Realtà virtuale PlayStation VRSony PlayStation VR. La realtà virtuale della PlayStation 4, la console dal salotto della multinazionale giapponese, è sbarcata in Italia a 399 euro ovvero a un prezzo abbastanza aggressivo considerando la qualità proposta. Il dispositivo si indossa come un casco e pesa 300 grammi. Dal punto di vista tecnico, il PlayStation VR esibisce un display da 5,7 pollici e due schermi all’interno insieme a un sistema di lenti. Per il suo utilizzo sono indispensabili la PlayStation 4 e una PlayStation Camera, da comprare a parte a circa 60 euro. Non occorre il televisore: la modalità Cinematic proietta infatti uno schermo virtuale.

Samsung-Gear-VRSamsung Gear VR. A 120 euro, il visore funziona con Samsung Galaxy S7 e Samsung Galaxy S6 e dà accesso a migliaia di contenuti sullo store Oculus, lo stesso del visore Oculus Rift, grazie a una collaborazione tra Facebook e Samsung. Una delle opere esclusive, realizzate per Samsung in anteprima è stata la serie TV Gone, dove gli utenti sono stati incredibilente testimoni del caso di una bambina scomparsa.

Google CardboardGoogle Cardboard. Vari modelli compatibili Google Cardboard sono il modo più economico per entrare nella realtà virtuale. Si vendono online da 15 euro in su. Funzionano con quasi tutti i cellulari di fascia alta realizzati negli ultimi due tre anni. Agli utenti viene data la possibilità di provare app e contenuti non troppo tecnologici, come le inchieste del New York Times. La società di Mountain View sta scommettendo con sempre maggiore convinzione su questo segmento di mercato.

Oculus VR 20th Century Fox concede 100 filmOculus VR. Ha destato stupore nel mondo dei videogame grazie alle demo tecniche capaci di mettere in luce il potenziale dell’intrattenimento coinvolgente. Due headset integrati diffondono un suono avvolgente. Oculus VR è stata acquisita da Facebook e questo significa che un giorno il visore potrebbe essere usato per qualsiasi cosa, dai social network allo shopping. Ha display da 1.080 x 960 pixel, campo visivo di 100 gradi, refresh rate di 75/72/60 Hz e tracking dei movimenti. L’Oculus Rift Development viene venduto da 330 dollari.

Project MorpheusSony Project Morpheus. È un visore per la realtà virtuale realizzato esclusivamente per PlayStation. Morpheus usa gli accessori del PS Move per sfruttare il controllo dei movimenti all’interno delle esperienze di realtà virtuale ed è celebre per essere uno dei visori più ergonomici attualmente in sviluppo. Ha uno schermo da 5,7 pollici con risoluzione pari a 1.920 x 1.080 pixel, refresh rate di 120 FPS, campo visivo di 100 gradi e tracking dei movimenti a 360 gradi.

razer osvrRazer OSVR. Si tratta di un ecosistema che abbraccia una gamma di visori, accessori e software. I creatori di contenuti possono scaricare il software e gli schemi necessari per realizzare il proprio visore OSVR, oppure possono registrarsi per comprare uno degli Hacker Dev Kit OSVR. Ha una quantità enorme di supporto per gli sviluppatori, con nomi importanti come Leap Motion, Ubisoft e Gearbox Entertainment. Display OLED da 5,5 pollici 1.920 x 1.080 pixel, refresh rate di 60 FPS, campo visivo di 100 gradi. Il prezzo si aggira intorno ai 300 dollari.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 5 Media: 4.2]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome