Solita coppia con display da 13 e da 15 pollici

Non c’è dubbio che il MacBook Pro 2016 sia il portatile Apple più atteso degli ultimi anni. La società di Cupertino si è presa tutto il tempo necessario per lo sviluppo di una nuova generazione di laptop che sarà ufficialmente presentata la prossima settimana, giovedì 27 ottobre 2016, nello stesso quartier generale di Cupertino. C’è da scommettere che le novità saranno molte sia dentro che fuori il nuovo prodotto made in Apple. A differenza dell’iPhone, di cui viene rilasciato ogni anno un nuovo modello con piccoli aggiornamenti graduali, questa volta la pausa è stata così lunga da far credere che sugli scaffali degli Apple Store vederemo MacBook Pro completamente rinnovati.

Tuttavia, le ultime notizie non riferiscono di grandi stravolgimenti nel design. La multinazionale dovrebbe puntare sulla solita coppia con display da 13 e da 15 pollici. E senza dubbio, a bordo salirà il nuovo sistema operativo MacOS Sierra, di cui è in fase di sviluppo un aggiornamento alla major release. Ma quali sono le altre novità da mettere in conto e quali i desideri e le attese dei consumatori dei prodotti della mela morsicata? Apple implementerà nuovi processori e più esattamente sui nuovi MacBook Pro troverà spazio il chip Intel Core di sesta generazione Skylake. La release attuale con schermo da 15 pollici è invece spinta da processori Intel Core i7 quad-core di quarta generazione con velocità fino a 2,8 GHz, accompagnati da 6 MB di cache L3 condivisa e Turbo Boost fino a 4,0 GHz.

Se poi c’è un aspetto di cui non si è mai contenti fino in fondo è quello dell’autonomia della batteria. Stando a quanto dichiarato dal produttore, i due modelli adesso in commercio assicurano una durata rispettivamente fino a 10 ore e fino a 9 ore. La speranza è che possa essere portata ad almeno 12 ore, al pari di quella garantita per il MacBook Air da 13 pollici. Tutto il comparto relativo alla comunicazione può ragionevolmente essere oggetto di un abbondante refresh, dall’introduzione di una migliore fotocamera per le videochiamate e lo streaming all’innalzamento della qualità degli altoparlanti fino a un microfono migliore.

Non sembrano invece esserci dubbi sull’implementazione sul tasto accensione del Touch ID, nella scia degli ultimi iPhone, ovvero il sensore per la lettura delle impronte digitali e una innovativa barra touch inserita nella parte alta della tastiera al posto dei tasti funzione. Tra le novità ci sarebbero anche le sparizioni, tra cui le porte USB tradizionale e forse anche quella HDMI, oltre al MagSafe per la ricarica e agli slot SD. I prezzi del MacBook Pro 2016? Il punto di partenza è rappresentato da quelli dei modelli attuali, rispetto a cui non sono immaginate riduzioni: 1.499 euro (128 GB), 1.699 euro (256 GB), 2.049 euro (512 GB) per la versione da 13 pollici; 2.299 euro (256 GB), e 2.849 euro (512 GB) per quella da 15 pollici.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 5 Media: 3.8]

NESSUN COMMENTO

Rispondi