Tempo di novità per le principali piattaforme di social network con aggiornamenti e cambiamenti in parte già attivi e in parte che lo saranno a breve. Si comincia con il nuovo look per Twitter. La piattaforma social ieri ha modificato parzialmente le sua immagine:

  1. caratteri più leggeri
  2. foto del profilo tonde anziché quadrate
  3. nuvolette al posto delle frecce per la risposta
  4. nuovo menù di navigazione laterale
  5. meno schede nella parte inferiore dell’app
  6. altre novità soprattutto per i dispositivi Apple

Si tratta in realtà di piccoli cambiamenti che Twitter ha realizzato per rendere il social network «più leggero, veloce e facile da usare». E «presto saranno disponibili altri aggiornamenti grafici e di progettazione».

Verso gli abbonamenti Facebook

Da parte sua, Facebook sta sviluppando una nuova funzione per consentire agli utenti di abbonarsi ai contributi editoriali tramite l’app. Ad aver anticipato la possibile strategia della società di Palo Alto sono state fonti a conoscenza del progetto e dunque delle intenzione di Mark Zuckerberg. A quanto pare i tempi sarebbero piuttosto ristretti poiché la funzione sarà presentata già entro la fine di quest’anno. Resta comunque molto da scoprire e probabilmente il nuovo servizio sarà reso disponibile solamente per le storie pubblicate in origine su Facebook tramite Instant Articles. Senza dubbio si tratterebbe di una prima importante svolta nel continuo percorso di cambiamento della piattaforma blu.

Si è inoltre discusso su come strutturare la funzionalità, con la società che spinge verso un modello di pagamento che consenta agli utenti di leggere gratuitamente un numero prestabilito di articoli prima di chiedere loro di pagare il servizio. Un altro punto in discussione riguarda le modalità di pagamento e come queste saranno elaborate. Una soluzione allo studio prevede che Facebook conservi le informazioni sugli utenti mentre gli editori riceveranno quanto dovuto. «Stiamo lavorando a stretto contatto con i nostri partner per comprendere al meglio il loro business ed esplorare nuovi modi per aiutare a trarre maggiore valore da Facebook», ha messo nero su bianco la società.

La nuova funzionalità rappresenterebbe un vero e proprio vantaggio per gli editori che sottolineano sempre più l’importanza degli abbonamenti digitali per la crescita di ricavi, comprese il The Wall Street Journal, il New York Times, il Washington Post e il Financial Times. Da tempo gli editori non fanno nulla per nascondere il loro disappunto verso il ruolo chiave che ricopre Facebook nella diffusione delle notizie e nel mercato della pubblicità digitale. Il predominio di Google e Facebook nella pubblicità online è una delle ragioni per cui molti quotidiano ora considerano la crescita degli abbonamenti un elemento primario.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome