Disponibile per iPhone e iPad e smartphone e tablet Android



Mese alle spalle le polemiche sulla privacy, fa il suo ingresso in Europa, Italia compresa, l’app Moments di Facebook per iPhone e iPad e smartphone e tablet equipaggiati con sistema operativo Android. Non è altro che la raccolta di tutte le foto che ci riguardano, proprie e degli amici, in un unico spazio. In buona sostanza, il software passa al setaccio il rullino fotografico del proprio smartphone o del proprio tablet, individua le immagini, le carica online e le mette a disposizione degli utenti coinvolti che hanno a loro volta installato Moments. Negli Stati Uniti ha riscosso un gran successo, da queste parti il ritardo nella sua implementazione è da ricercare nelle diatribe della società di Palo Alto con Bruxelles in merito al diritto alla riservatezza.

Come precisa Facebook, Moments “non utilizza il riconoscimento facciale ma una forma di riconoscimento di oggetti per raggruppare le foto che sembrano raffigurare la stessa persona, in base a caratteristiche come la distanza tra gli occhi e le orecchie. Questo aiuta l’organizzazione delle proprie foto. Si può decidere di aggiungerle o rimuoverle dai raggruppamenti e inserire un’etichetta così che le proprie foto siano più facili da trovare e da condividere privatamente con le persone desiderate“.

Curiostamente anche Twitter ha il suo Moments. Dopo Instant Articles di Facebook, che porta le notizie sul social network grazie a un accordo con i big mondiali dell’editoria, anche il social network di Jack Dorsey scommette sulle news. Il microblog ha lanciato Moments, una selezione dei fatti del giorno su vari argomenti – attualità, sport, spettacolo – che dà agli utenti accesso diretto a una selezione di tweet, foto, video e approfondimenti, curata in tempo reale da un team interno insieme ad alcuni partner tra cui New York Times, Vogue e la Nasa. Al momento disponibile solo negli Stati Uniti, Moments arriva sotto forma di un tasto con l’icona di una saetta.

Selezionandolo si accede alla lista dei momenti cioè delle news odierne. L’utente può leggere i contenuti disponibili o decidere di seguire un singolo momento, ricevendo in automatico gli aggiornamenti. La natura dei momenti è ovviamente temporanea: le news che Twitter sceglie di approfondire, dalla partita di calcio a un dibattito elettorale, hanno una durata limitata e variano in base a cosa finisce sotto i riflettori. Insieme a una selezione di tweet rilevanti e contenuti audiovisivi, gli utenti troveranno anche i link per approfondire l’argomento sul sito web dei partner di Twitter, tra cui figurano anche Washington Post, Fox News e Mashable.

Sul fronte editoriale, settore profondamente cambiato dal web, Facebook si è già mossa grazie ad accordi con colossi come New York Times, National Geographic, Guardian e Bbc che porta gli articoli all’interno della rete sociale. Della partita è anche Apple, che insieme al nuovo sistema operativo iOS 9 per iPhone e iPad ha lanciato la sua app News.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi