L’icona di Messenger nella versione mobile sarà sostituita dal nuovo pulsante

Facebook aumenta la sua penetrazione nel mondo dell’ecommerce con il radicale aggiornamento del servizio Marketplace, in una sfida aperta nei confronti di eBay. La nuova versione di Marketplace, introdotto nove anni fa, sarà disponibile da questa settimana negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Australia e Nuova Zelanda. Marketplace, spiega l’azienda, consentirà di gestire direttamente gli scambi tra singoli utenti che ora avvengono prevalentemente tramite i gruppi (numerosissimi, per esempio, quelli riguardanti la compravendita di usato), offrendo una piattaforma strutturata per le transazioni che, secondo il project manager Bowen Pan, già 450 milioni di persone al mese effettuano attraverso il social network.

Se da una parte non verrà pagata alcuna commissione da parte di acquirente e venditore, dall’altra la società non avrà alcuna responsabilità su un eventuale cattivo esito dell’acquisto ovvero se l’oggetto portato a casa è differente da quello descritto. «Su Facebook la gente presenta le proprie identità reali», è la rassicurazione di Pan, «riteniamo che conoscere l’identità della propria controparte sia molto importante». Nei prossimi giorni, quindi, l’icona di Messenger nella versione mobile di Facebook sarà sostituita dal nuovo pulsante di Marketplace, che dirigerà subito l’utente verso pagine, selezionate da un algoritmo, che proporranno offerte ritagliate sui suoi interessi.

All’inizio il profiling degli iscritti sarà basato sulle pagine alle quali si è messo mi piace, per poi essere, in seguito, incentrato sulla storia degli acquisti effettuati e delle offerte visionate. Sarà sempre possibile contattare direttamente il venditore che, da parte sua, per pubblicare un’inserzione non dovrà fare altro che caricare una foto dell’articolo con il prezzo e una breve descrizione e confermare la propria sede. «Ci siamo resi conto che molte persone arrivano su Marketplace senza nemmeno cercare qualcosa di particolare ma solo per navigarvi a caso», ha spiegato Pan, «ciò rispecchia davvero l’esperienza offline di recarsi a un mercato domenicale o in un grande magazzino. Non sai ancora cosa desideri ma vuoi navigare».

Un’importante novità da sottolineare è che il nuovo Marketplace è forse il primo servizio di Facebook sviluppato in partenza per gli utenti dell’applicazione Facebook Mobile. Non ne è infatti ancora disponibile una versione per personal computer, sebbene Pan ne abbia annunciato la lavorazione. Del resto la quota di entrate pubblicitarie di Menlo Park generate dal traffico su smartphone è ormai pari all’84% del totale.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi