Torna questa sera martedì 23 febbraio 2016 la Champions League con Juventus Bayern Monaco e di conseguenza è corsa alle soluzioni per vedere la partita in diretta streaming da PC, smartphone e tablet. Tutto corretto finché si fa riferimento alle soluzioni legali ovvero quelle proposte da Mediaset, detentrice dei diritti. Il problema nasce quando si va a caccia del real time gratuito attraverso sito che, in maniera fraudolenta, propongono la trasmissione delle immagini. L’ultima trovato è l’utilizzo dei Vpn, di per sé legali, ma per fini non legale. Inevitabile allora l’ira della società milanese, decisa a perseguire i promotori di questa soluzione e a puntare l’indice contro gli stessi utenti.

Come spiegato da Stefano Longhini, responsabile contenzioso broadcasting di Mediaset, “non abbiamo ancora avviato alcuna azione legale nei confronti degli utenti. Ma credo che questa opzione non sia più da escludere”. In fin dei conti si tratta di una posizione condivisibile alla luce del maxi investimento di 714 milioni di euro per avere l’esclusiva italiana a trasmettere le gare della massima competizione calcistica per club della Champions League per i prossimi tre anni. Nella stessa posizione, a ben vedere, si trova Sky con le gare di Europa League, anche se il numero di utenti interessati e i soldi messi sul piatto (circa 100 milioni di euro) sono sensibilmente inferiori.

C’è il precedente del sito Rojadirecta, con l’inibizione dell’accesso al sito sia ai Dns sia agli indirizzi Ip associati, che rappresenta un punto di riferimento per le successive azioni giudiziarie. Secondo Alberto Gambino, ordinario di diritto privato e presidente Iaic (Italian Academy of the Internet Code), come riporta il quotidiano economico-finanziario Il Sole 24 Ore, “è fondamentale. Imporre ai fornitori di accesso di oscurare i siti pirata attraverso il blocco non solo dei Dns ma anche degli Ip consente, infatti, di evitare che il facile trasferimento da un dominio all’altro vanifichi l’operato dei titolari dei diritti”.

Ribadiamo la nostra contrarietà a ogni forma di pirateria digitale e invitiamo a fare riferimento alle sole piattaforme legali per vedere le partite di Champions League 2016. In Italia la diretta streaming da PC, Mac, smartphone e tablet è appunto assicurata da Mediaset attraverso il servizio Premium Play, fruibile dai soli abbonati. Più precisamente, la compatibilità del servizio è garantita su smartphone e tablet equipaggiati con sistema operativo Android e su iPhone e iPad. E ancora: PC, Mac, Xbox, smart TV, decoder, smart cam e Chromecast.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 10 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome