Tim reintroduce lo scatto alla risposta che aveva eliminato nel novembre di due anni fa: da aprile il prezzo delle chiamate a consumo verso i telefoni fissi e i cellulari nazionali dell’offerta Voce e della linea Isdn aumenterà da 10 a 20 centesimi al minuto più lo scatto alla risposta, pari a 20 centesimi. È la nuova manovra tariffaria di Tim, marchio che Telecom Italia utilizza per commercializzare la telefonia fissa, rivolta a circa 700.000 famiglie, che hanno solo la linea di base. Il canone mensile resterà invariato.

Chi è coinvolto?

Gli utenti che hanno solo la linea di base e non hanno aderito alle offerte a forfait, come Tutto Voce, vale a dire il Tutto Compreso a una tariffa fissa e determinata. Invariato, invece, il canone mensile, che resta a 19 euro, e mantenute anche alcune altre voci come lo sconto del 50% oltre le tre ore di conversazione al mese verso i telefoni fissi nazionali o la tariffazione a scatti anticipati da 60 secondi. Con un avviso sui principali quotidiani, la compagnia ricorda che in ogni momento è possibile aderire a Tutto Voce, che al prezzo di 29 euro al mese include chiamate illimitate a tutti i telefoni fissi e cellulari nazionali. L’obiettivo di Telecom Italia è quello di far evolvere questa clientela, in particolare coloro che spendono parecchio per telefonare, verso le offerte di tipo flat, così come avviene nei principali Paesi dell’Europa.

Il precedente

La manovra segue quella dello scorso anno, quando Telecom Italia propose ai clienti di optare, appunto, per la tariffa Tutto Voce a 29 euro al mese, eliminando una quindicina di vecchie offerte ovvero i piani Teleconomy 24, Teleconomy No Stop, Teleconomy Quando vuoi, Teleconomy No Problem, Teleconomy Relax, Hello Forfait, Teleconomy 1 Cent, Teleconomy Zero-Zero, Teleconomy QuandoDove Vuoi, No Problem DueInUno, Teleconomy Famiglia, Voce Zero, Telecom Zero, Chiama Mobile, Chiama Tim, Alice voce Mobile, Alice Voce Mobile Plus. L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, però, ebbe qualcosa da ridire sulle modalità con cui l’offerta veniva presentata e sventolò un cartellino giallo per indurre la compagnia telefonica a fornire più tempo per scegliere e più informazioni alla clientela.

I clienti che avevano un piano tariffario provo dell’Adsl senza limiti si sono visti attivare il piano Tutto Voce che prevede chiamate senza limiti verso numeri fissi e mobili a 29 euro al mese. Gli utenti che avevano una connessione Adsl flat sono passati a Tutto che comprende chiamate illimitate verso i fissi e i cellulari nazionali e ADSL fino a 7 Mega, a 44,9 euro al mese.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 5 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome