Diretta live anche sui siti di Nasa e Virtual Telescope



Conto alla rovescia per l’eclissi totale di Sole, la cosiddetta super Luna nera, nella notte tra martedì 8 e mercoledì 9 marzo 2016 in Italia, ed è corsa alla diretta streaming da PC, smartphone e tablet. Lo spettacolo, completamente visibile a occhio nudo solo dall’Oceano Pacifico, raggiungerà il suo culmine quando in Italia saranno quasi le 3 di notte. In quel momento il sole sarà oscurato per 4 minuti dal transito della super Luna nera. Sono già iniziate le operazioni di organizzazione di proposte sul web per seguire l’evento astronomico in real time. E in parallelo esperti e neofiti hanno acquistato biglietti aerei per raggiungere le isole dell’Indonesia e della Micronesia e assistere dal vivo a questo spettacolo del cielo.

Una buona alternativa al lungo viaggio è dunque rappresentata dalla diretta live da dispositivi fissi e mobile offerta dal sito della Nasa a partire dalle 2 di notte. Si tratta di una possibilità da non lasciarsi sfuggire con leggerezza, considerando che per la prossima eclissi totale occorre aspettare il 21 agosto 2017. Lo stesso servizio viene proposto dalla piattaforma online del Virtual Telescope. A tal proposito, ricorda l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile della struttura, “sarà l’unica eclissi totale del 2016 e si verificherà con la complicità della prima super Luna dell’anno, una Luna nuova che si troverà vicina al punto di minima distanza dalla Terra: per questo il suo disco apparirà più grande e agevolerà l’eclissi, oscurando meglio il Sole“.

Proprio così, per super Luna si intende quel fenomeno astronomico che vede la Luna piena un po’ più grande e luminosa poiché si trova più “vicina” alla Terra, il cosiddetto Perigeo. L’orbita percorsa non è circolare ma ellittica. Tuttavia, secondo Christine Wilson, presidente della Canadian Astronomical Society, è ancora aperto il dibattito su cosa costituisca esattamente una super Luna: “Molti astronomi ritengono avvenga quando la Luna è più vicina del solito alla Terra lungo la sua orbita. Mercoledì si troverà a 360.000 km di distanza e ciò la farà sembrare più grande della norma. Per altri astronomi si intende invece la Luna piena“. In ogni caso, nel punto di migliore visibilità ovvero a est dell’Indonesia nell’Oceano Pacifico, lo spettacolo raggiungerà l’apice alle 2.58.

Di conseguenza sarà parziale per chi la osserverà dal nord dell’Australia, dall’Asia orientale e dall’Alaska. Questi sono poi i giorni, anche in Italia, delle palle di fuoco ovvero mini asteroidi di pochi metri che entrando nell’atmosfera terrestre bruciano e generano una colorata scia luminosa. Come ricorda Ettore Perozzi del Centro di coordinamento sui Neo (Near earth objects) dell’Agenzia Spaziale Europea, sono un evento piuttosto frequente e in genere non pericoloso: “È raro che siano così grossi da non disintegrarsi del tutto in atmosfera finendo al suolo come meteoriti: se ne conoscono solo 15 nel mondo che hanno sfondato tetti di case“.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi