L'accordo con Fiat Chrysler Automobiles è solo un nuovo tassello di un grande mosaico



Non solo Google con il recente accordo con Fiat Chrysler Automobiles, ma anche Apple con il progetto Titan con iCar. Il nuovo segmento di business per le grandi multinazionali hi-tech è quello delle auto elettriche che si guidano da sole quelle senza pilota. Quella più imminente sarà dunque a marchio Fiat, o meglio Chrysler e si guerà in autonomia grazie alla tecnologia della società di Mountain View. L’intesa è stata raggiunta ieri ed è stata subito accompagnata da commenti soddisfatti: “Lavorare con Google offre a Fca la possibilità di collaborare con una delle maggiori società tecnologiche al mondo per accelerare l’innovazione nell’industria automobilistica“, sono state le parole dell’amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne.

E ha poi aggiunto: “L’esperienza che entrambe le aziende guadagneranno sarà fondamentale per fornire soluzioni ecnologiche automobilistiche, che in ultima analisi segnano vantaggi di vasta portata per i consumatori“. La faccia della Google Car sarà quella della Pacifica, il minivan a marchio Chrysler presentata al Salone di Detroit a gennaio. Alcune centinaia di vetture potrebbero essere commercializzate già a cominciare dal nuovo anno in California. Per il colosso di Mountain View si tratta della prima collaborazione diretta con un costruttore automobilistico per la realizzazione del suo progetto di vettura senza pilota. Le responsabilità a livello di ingegnerizzazione saranno ripartite a seconda delle specifiche aree di competenza delle rispettive aziende.

La notizia anticipata dal Wall Street Journal giorni fa, lunedì da Torino non era stata confermata, ma neanche smentita dall’ad di Fca Sergio Marchionne. Ieri sera però è arrivata la conferma in una nota dopo che alcuni giornali italiani, tra i quali Il Sole 24 Ore, avevano annunciato che l’accordo era praticamente cosa fatta e che prevedeva la fornitura a Google di un centinaio di van Pacifica Chrysler, che saranno trasformate nell’auto del futuro a marchio Google. Servirà un anno per la fase sperimentale, sostengono i giornali italiani. Poi dovrebbe essere commercializzato un centinaio di auto in California, costruite da Fca. Google Car project è il progetto su cui Mountain View stava lavorando da sola dal 2009 per sviluppare auto che si guidano da sole.

Il 30 marzo, da Chicago Marchionne aveva detto: è “garantito” che tra cinque anni “ci saranno vetture che in alcune circostanze si guideranno da sole con il pilota dentro che avrà la possibilità di prendere il controllo della vettura stessa“. Intanto, Google ha confermato l’impegno per valorizzare le eccellenze italiane sul web attraverso la tecnologia e, in collaborazione con il Parco archeologico e paesaggistico Valle dei Templi, dando il via all’operazione di mappatura che porterà la Valle dei Templi su Google Street View. La mappatura fotografica prenderà il via nei prossimi giorni. Google Street View è l’evoluzione di Google Maps che consente di esplorare il mondo attraverso foto panoramiche a livello stradale.

Google aveva cominciato a testare le sue tecnologie nel 2009, all’inizio su una Toyota Prius su cui aveva installato i propri dispositivi. La flotta comprende oggi 70 veicoli. In sette anni le auto senza guidatore di Google hanno percorso più di 2,4 milioni di chilometri. I test sono effettuati a Mountain View in California, a Austin in Texas, a Kirkland nello Stato di Washington e a Phoenix in Arizona.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi