Il nuovo aggiornamento di sistema operativo Windows 10 per smartpone Lumia (Windows 10 Mobile) e PC è già scaricabile e si muove lungo il doppio binario della correzione di errori e problemi e del miglioramento delle performance generali. Non è invece da mettere in conto alcun nuovo servizio con la build 10586.494 compatibile con tutti gli smartphone che già supportano la nuova release mobile della società di Redmond tra cui i device della gamma Lumia, come Lumia 1520, Lumia 930, Lumia 640, Lumia 640XL, Lumia 730, Lumia 735, Lumia 830, Lumia 532, Lumia 535, Lumia 540, Lumia 635 1GB, Lumia 636 1GB, Lumia 638 1GB, Lumia 430, Lumia 435, BLU Win HD w510u, BLU Win HD LTE x150q, MCJ Madosma Q501.

Il tutto mentre ci sono due date da segnare sul calendario. La prima è quella del 29 luglio 2016, ultimo giorno per scaricare gratuitamente Windows 10 su PC. L’aggiornamento permette di avere gratuitamente la versione che corrisponde al nostro sistema operativo di partenza. Se abbiamo Windows 7 Starter, Home Basic o Home Premium, avremo diritto a Windows 10 Home. Se abbiamo Windows 7 Professional o Ultimate avremo Windows 10 Pro. Se abbiamo Windows 8.1 riceveremo Windows 10 Home mentre se abbiamo Windows 8.1 Pro avremo diritto a Windows 10 Pro. La seconda è quella del 2 agosto 2016 con il rilascio di Windows 10 Anniversary Update, primo importante aggiornamento di software.

Se l’aggiornamento a Windows 10 è gratuito per chi ha una licenza di Windows 7 o Windows 8 però è anche vero che non tutti possono trovarsi bene con il nuovo sistema operativo. Per chi arriva da Windows 8 e possiede un computer con schermo touch non ci sono che miglioramenti. Per chi, invece, proviene da Windows 7 potrebbe risultare traumatico ritrovarsi con un sistema completamente diverso. Per questo motivo Microsoft offre 30 giorni di tempo per ritornare indietro. Passato questo periodo non sarà più possibile. Come fare? Al termine dell’installazione viene creato sul computer, di solito sul disco principale, una cartella che si chiama Windows.old e contiene una copia esatta del nostro vecchio Windows 7 o Windows 8.

Questa copia serve proprio per il ripristino del computer e ci permette di ritornare indietro nell’arco di 30 giorni. Dopodiché non c’è più niente da fare. Se abbiamo un PC 2in1 di quelli con disco fisso molto piccolo, avremo serie difficoltà a mantenere sia il nuovo sistema operativo, sia quello vecchio. In questo caso possiamo scegliere di liberare spazio eliminando proprio quella cartella che Windows 10 ha creato per il ripristino.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 9 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome