Questo di gennaio 2017 è il primo mese in cui la fusione 3 Italia Wind è operativa. Dagli annunci delle scorse settimane si è adesso passati ai fatti, come dimostrato dall’arricchimento delle pagine del sito windtre.it, punto di riferimento anche per conoscere le prime offerte ovvero le tariffe per cellulari. In fin dei conti, l’attenzione del consumatore finale è anche e soprattutto sull’impatto finale che l’unione dei due player avrà per le sue tasche. Sono da mettere in conto promozioni e offerte competitive? Come cambieranno i rapporti con Vodafone e Tim, gli altri due grandi carrier presenti sul mercato italiano? E a quando le novità e i cambiamenti?

Il nuovo operatore, la cui denominazione definitiva è Wind Tre, ha per ora ufficialmente annunciato l’investimento di sette miliardi di euro in infrastrutture digitali, ma senza fornire informazioni sulle mosse commerciali ovvero sulle tariffe per cellulari che intenderà adottare. Di conseguenza, almeno per ora, si andrà avanti con le rispettive proposte di 3 Italia e di Wind. Insomma, l’obiettivo principale è per ora quello di migliorare le reti in fibra di nuova generazione, sviluppare l’integrazione tra fisso e mobile e potenziare la banda ultralarga, così da fornire “servizi innovativi, elevata qualità e una maggiore velocità di rete in linea con la crescente domanda di connettività e con le aspettative di consumo di famiglie e imprese”.

Sulla situazione attuale, i piani tariffari di 3 Italia passano da All inclusive solo SIM in abbonamento ovvero Full 400 (400 minuti e 400 SMS, 4 GB di Internet 4G LTE + 100 MB Gprs a 15 euro), Full SIM Unlimited (minuti illimitati, 400 SMS, 8 GB di Internet 4G LTE + 100 MB Gprs a 20euro), Full Unlimited Plus (minuti illimitati in Italia e all’esterno, 400 SMS, 20 GB di Internet 4G LTE + 100 MB Gprs a 20 euro). Non mancano le opportunità per abbonamento a consumo. In particolare si segnala la tariffa Power15: 15 centesimi al minuto per le chiamate, 15 centesimi per ogni SMS, 20 centesimi per 20 MB di traffico web, senza alcun canone da corrispondere.

Dalle parti di Wind e senza tenere conto delle tante promozioni continue e temporanee per chi decide di cambiare operatore, gli utenti possono scegliere uno dei tre piani di Wind Magnum (GIGA 4, GIGA 10 e GIGA 20 con minuti illimitati verso tutti e al costo rispettivo di 20, 30 e 40 euro al mese) con l’aggiunta gratuita del Google Chromcast. Per ricaricabili sono ora sottoscrivibili All Inclusive ovvero 500 minuti, 500 SMS, 2 GB che diventano 3 per gli under 30, a 12 euro, All Digital ovvero 500 minuti, SMS illimitati, 2 GB e bonus di 3 euro per acquisti al Play Store o al Microsoft Store, a 10 euro e Noi Tutti ovvero 400 minuti a 7 euro.

L’organigramma di Wind Tre è già definito e comprende Maximo Ibarra nel ruolo di Ceo, accompagnato da Dina Ravera (Merger Integration Officer), Stefano Invernizzi (Finance, Control & Procurement), Benoit Hanssen (Technology), Paolo Nanni (Business & Wholesale), Luciano Sale (Human Resources), Mark Shalaby (Legal, Compliance & Regulatory), Michiel Van Eldik (Consumer & Digital) e Massimo Angelini (PR Internal & External Communication). A detta di Ibarra, “comincia una grande sfida di mercato, un’importante fase di sviluppo per l’economia digitale nel nostro Paese. Vogliamo essere leader nella relazione con i clienti grazie alla qualità delle nostre infrastrutture, alla trasparenza delle nostre offerte e alla passione delle nostre persone“.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 14 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome