AirVR, il visore per la realtà virtuale per iPad e iPhone costa 49 dollari canadesi se ordinato in anteprima.
AirVR, il visore per la realtà virtuale per iPad e iPhone costa 49 dollari canadesi se ordinato in anteprima.

Sembra che Apple stia ampliando i suoi sforzi in direzione della ricerca sulla realtà virtuale e aumentata, mettendo insieme una grande squadra che sta sperimentando con auricolari e altre tecnologie, così riporta il Financial Times in un dettagliato articolo sulle recenti assunzioni e acquisizioni della compagnia in questa direzione.
UNITÀ DI RICERCA SEGRETA –Centinaia di dipendenti sono andati a formare una “unità di ricerca segreta” per esplorare le possibilità della realtà aumentata, insieme al team composto da esperti assunti da Microsoft e Lytro, la società che ha sviluppato Immerge, una fotocamera in grado di fondere live action e computer grafica per consentire un’esperienza di realtà virtuale. A Cupertino hanno anche assunto Doug Bowman, considerato uno dei maggiori esperti statunitensi di realtà virtuale.
Oltre ad aver incorporato Metaio, Faceshift e Emotient, tutte compagnie collegate alla virtual reality, Apple ha da poco acquistato Flyby Media, una startup che ha lavorato su tecnologie di realtà aumentata. Flyby Media ha creato un app che funziona sugli smartphone di Google del “Project Tango” con sensori 3D, che consente di allegare messaggi agli oggetti reali e di visualizzarli poi da uno dei dispositivi di Google.
Più in particolare, questo nuovo team di Apple avrebbe progettato un prototipo di visore per la realtà virtuale che sarebbero simili alle Oculus Rift e alle Hololens di Microsoft. Molti possibili prototipi di visori sarebbero stati creati negli ultimi mesi, ma gli interessi di Apple sembrano andare nella direzione di qualcosa di ispirato a Oculus Rift.
Non è chiaro se e quando il lavoro di Apple su questi prototipi supererà la fase di sviluppo per diventare un prodotto reale, del resto l’azienda lavora spesso in segreto su tecnologie che non vedranno mai la luce del sole.
Apple ha un team che lavora su tecnologie di realtà virtuale e aumentata almeno dall’inizio del 2015, quando si diffusero voci sulla presenza di un piccolo numero di dipendenti che stava studiando come Apple avrebbe potuto incorporare la realtà virtuale e la realtà aumentata nei propri prodotti.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 1 Media: 5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome