Diciamolo subito: l’iPhone 7 non sarà presentato al keynote di Apple di lunedì 21 marzo 2016. Quel palcoscenico sarà riservato a un modello intermedio di melafonino, l’iPhone SE, e a un nuovo tablet, l’iPad Pro da 9,7 pollici. La strada che porta al nuovo smartphone top di gamma della multinazionale della mela morsicata è comunque sempre più corta e le ultime notizie rivelano di scelte ben precise. Non ci sono indiscrezioni sul possibile cambiamento delle strategie promozionali e commerciali della società di Cupertino: anche per questo 2016 dovrebbe presentare il nuovo iPhone a settembre. C’era una volta un periodo in cui i nuovi melafonino venivano rivelati a giugno per essere messi a scaffali a inizio luglio.

Ma si tratta di una tabella di marcia che per ora appartiene al passato, come suggerito dallo stesso keynote di presentazione del 21 marzo. In ogni caso, tutte le indiscrezioni riferiscono che il design del nuovo modello non dovrebbe essere molto diverso dal quello dell’attuale iPhone 6S, caratterizzato da un display da 4,7 pollici. All’orizzonte c’è anche una release più grande, l’iPhone 7 Plus, con schermo da 5,5 pollici. In generale è attesa una riduzione dello spessore mentre larghezza e altezza del device dovrebbero restare le stesse. Non ci sono riscontri sulle indiscrezioni che vorrebbero pannelli Oled nell’iPhone 7. Più facile che vedano la luce nel 2017 (iPhone 7S?).

Qualcuno suggerisce il ritorno alla tecnologia touchscreen Glass on Glass con una versione migliorata del 3D Touch in sostituzione degli attuali display-in-Cell. Il vantaggio per gli ingegneri di Cupertino va ricercato nel minore spazio occupato e nella schermatura alle interferenze elettromagnetiche. A catena, questa comporta l’introduzione di nuovi materiali per l’involucro esterno ed è qui che Apple potrebbe sfruttare queste innovazioni per rendere realmente impermeabile il nuovo iPhone. Per recuperare spazio nella struttura interna e rendere l’iPhone 7 più resistente all’acqua, è lecito credere che Apple possa realmente rimuovere l’ingresso per le cuffie.

Se così fosse, gli auricolari con cavo potrebbero essere connessi direttamente alla porta Lightning mentre quelli wireless continueranno a sfruttare la connessione Bluetooth. La novità potrebbe essere rappresentata dal cambiamento dei materiali con la rimozioni delle sottili bandi che attraversano la sezione posteriore. Non si tratta di un semplice ritocco dell’aspetto, ma delle antenne dell’iPhone. Non sembrano essere dubbi sulla presenza del nuovo processore proprietario A10 e realizzato dalla società taiwanese Tsmc. Il chip sarà più potente e dovrebbe garantire un minore consumo di energia. Ad affiancarlo ci potrebbero essere 3 GB di RAM.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 19 Media: 3.9]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome