Queste tre app per ascoltare musica su iPhone, anche gratis e offline sono compatibili con i nuovi iPhone 6S e iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPhone 4S, purché equipaggiati con almeno l’iOS 7.

Deezer

Tra le app più popolari per ascoltare musica su iPhone c’è sicuramente Deezer. I punti di forza sono l’ampiezza del suo catalogo e la facilità d’uso. Stiamo parlando di oltre 40 milioni di canzoni, da organizzare per creare playlist personali. Di contro occorre mettere in conto un abbonamento mensile di 9,99 euro. In questo momento è possibile sfruttare l’opzione del periodo di prova gratuito per 30 giorni. Basta andare sul sito ufficiale, registrarsi inserendo indirizzo di posta elettronica, password, username, genere ed età (o in alternativa accreditarsi attraverso il profilo Facebook o quello Google+) e il gioco è fatto. Due ulteriori precisazioni meritano di essere segnalate: è possibile scaricare i brani e ascoltarli anche offline, i file sono in alta qualità. L’app è gratuitamente scaricabile.

Spotify

Molto simile nella fruizione, proposta a 12,99 euro al mese e con l’opzione della gratuità per i primi 30 giorni, è Spotify. La versione Premium, quella a pagamento, si caratterizza per la riproduzione casuale, l’assenza di pubblicità, i salti illimitati, la possibilità di ascolta musica offline, l’alta qualità audio. Tra le promozioni si segnala Spotify Family ovvero il 50% di sconto sulla versione Premium per gli altri membri dello stesso nucleo familiare. L’abbonamento si rinnova mese per mese se il rinnovo automatico non viene disabilitato almeno 24 ore prima del termine del periodo di abbonamento in corso. Spotify sta cercando di guadagnare visibilità anche con le tante partnership sottoscritte in questi anni. Le più recenti sono quelle con il Festival di Sanremo e il Corriere della Sera.

Napster

Chi ricorda Napster, tra le prime piattaforme per lo scambio di musica, poi finito al centro di una battaglia giudiziaria con la band Metallica? Adesso è diventato un servizio per l’ascolto di musica in streaming con più di 40 milioni di canzoni, senza pubblicità e, come precisano gli sviluppatori, legale al 100%. Tra le major discografiche che collaborano ci sono Warner Music Group, Sony Music e Universal Music Group. Il numero di playlist da creare è illimitato. Anche in questo caso c’è un periodo di prova, di 14 giorni, a cui segue la richiesta di sottoscrivere un abbonamento mensile a 9,95 euro con la possibilità di annullare in qualsiasi momento. Così come i precedenti servizi, Napster punta sulla integrazione tra dispositivi: smartphone, tablet, computer, console da salotto. L’intero archivio è disponibile anche offline.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 85 Media: 3.6]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome