La situazione del jailbreak dell’iOS 9.3 e del successivo update correttivo iOS 9.3.1 inizia a diventare paradossale. Com’è noto, non esiste alcun procedura di sblocco riconosciuta per l’iOS 9.3 a bordo delle varie versioni dei device Apple (più precisamente è scaricabile su iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPhone 4S, iPad Pro, iPad Air 2, iPad Air, iPad 4, iPad 3, iPad 2, iPad mini 3, iPad mini 2, iPad mini e iPod touch di quinta generazione). Ma, stando a quanto si apprende nei blog, nei siti specializzati e nei forum di discussione, è improvvisamente esploso il desiderio di effettuare il jailbreak sull’iOS 9.3.1.

Il motivo di questo entusiasmo? Difficile a dirsi. Non è chiaro se si tratta di una mera speculazione o se la comunità degli hacker abbia trova il modo di sfruttare una falla in un update che, changelog alla mano, non fa altro che correggere il bug relativo alla mancata apertura dei link. In realtà, approfondendo la questione, l’interesse per la violazione del nuovo aggiornamento del sistema operativo mobile di Apple va ricercato proprio nelle tante novità introdotte. Non si tratta dell’iOS 10, in rampa di lancio tra poche settimana alla WWDC 2016, ma tra Night Shift e miglioramenti vari, l’iOS 9.3 è uno degli update software più corposi messo a disposizione dalla società di Cupertino.

Se vogliamo dirla tutta, un tool per il jailbreak in modalità untethered dell’iOS 9.3 (in versione beta) sembra esistere già, come dimostrato dal video pubblicato di seguito, a firma qwertyoruiop. Tuttavia mancano indicazioni precise sulla procedura adottata per cui i dubbi sull’operazione sono superiori alle certezze. In questo momento ci sono poche conferme sulla data di uscita del jailbreak dell’iOS 9.3 e dell’iOS 9.3.1 jailbreak e i vari Pangu e TaiG non hanno fornito alcuna timeline. Non è da escludere che l’impegno della comunità degli hacker resterà congelato fino allo sviluppo dell’iOS 10.

Ma considerando i tempi lunghi per il rilascio della versione definitiva (solo in autunno) e l’incertezza sulle novità che saranno introdotte e le misure studiate dalla società di Cupertino per l’innalzamento del livello di sicurezza, non è da escludere che possa rinnovarsi un impegno supplementare per violare le attuali release del software di Apple. Il suggerimento è comunque di prestare molta attenzione e di tenersi alla larga dai falsi tool di sblocco. In fin dei conti, non tutte le ultime versioni dell’iOS sono stati oggetto di jailbreak. Al di là dei nuovi iOS 9.3 e iOS 9.3.1, non sono mai stati sbloccati i vari iOS 9.2.1, iOS 9.2 e iOS 8.4.1. Al contrario, semaforo verde su iOS 9.1, iOS 9.0.2, iOS 9.0.1 e iOS 9.0

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 85 Media: 3.2]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome