Possibile installare applicazioni di terzi parti e non certificate

L’uscita del jailbreak iOS 10 e per l’aggiornamento successivo iOS 10.1 per le varie versioni di iPhone e iPad resta ancora in attesa di una data. Al di là dei tanti segnali, delle mezze parole, di tweet e di invito ad attendere la disponibilità del già annunciato iOS 10.2, il tool di sblocco non c’è o almeno non è ancora pubblico. Eppure l’attenzione è molto alta. La prima ragione per cui il jailbreak è un’operazione così ricercata è la possibilità di modificare l’interfaccia con temi personalizzati, aggiungere nuove suonerie, installare estensioni che permettono di effettuare operazioni non consentite e abilitare nuove funzioni che altrimenti sarebbero limitate ad alcuni dispositivi. La società di Cupertino abilita alcune feature solo sugli ultimi modelli così da incoraggiare le vendite.

C’è poi una ragione pratica che spinge gli utenti a eseguire l’operazione di sblocco. Alcuni iPhone sono venduti bloccati sulla SIM di un solo operatore di telefonia così da inibire l’utilizzo in altri Paesi. Con il jailbreak è invece possibile usarli sembra e comunque e con qualsiasi opzione. Con un iPhone sbloccato è possibile installare applicazioni di terzi parti e non certificate ovvero app e giochi gratuiti anziché a pagamento. Quest’ultima, essendo basata su software crackati, è naturalmente un’operazione non consentita. C’è ovviamente il rovescia della medaglia. Sebbene il jailbreak sia un’operazione legale in sé, annulla la garanzia con Apple.

E con un dispositivo sbloccato è naturalmente più semplice per i pirati informatici riuscire a intrufolarsi nel terminale per installare malware, sottrarre informazioni personali o controllare l’attività. In ogni caso, è sempre possibile fare un passo indietro ovvero ripristinare il dispositivo eliminando il jailbreak e riportarlo allo stato di fabbrica. Uno dei modi è collegarsi al sito getios.com e scaricare l’ultima versione del firmware originale per il proprio modello di iPhone o iPad. Occorre scegliere il dispositivo, la versione del sistema operativo e cliccare sul tasto Download. Quindi collegare il device al PC con il cavo USB in dotazione e metterlo in modalità DFU.

Per farlo bisogna spegnere il dispositivo, premere per tre secondi il tasto Power e tenere schiacciato quello Home per dieci secondi. A quel punto rilasciare il tasto Power e continuare a tenere premuto il tasto Home per altri 15 secondi. Una volta che il dispositivo è in DFU, avviare iTunes. Il programma rileva il device e chiede di ripristinarlo. Tenendo premuto Shift sulla tastiera del computer, premere Ripristina, selezionare il file del firmware IPSW e aprire. A quel punto confermare con ripristina e attendere che il firmware senza jailbreak venga installato sul dispositivo.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 3.7]

NESSUN COMMENTO

Rispondi