La procedura è suggerita solo agli utenti più esperti



Il jailbreak iOS 10.2 si può fare. Ci sono condizioni ben precise da rispettare, ma lo sblocco dell’aggiornamento di sistema operativo è ufficiale. A mettere la firma sono stati gli italianissimi Luca Todesco e Marco Grassi che hanno diffuso tutte le indicazioni sulla pagina yalu.qwertyoruiop.com. Alcune precisazioni sono allora necessarie. In prima battuta, questo jailbreak iOS 10.2 non è fruibile su tutti i dispositivi della mela morsicata aggiornati al nuovo software di Cupertino. A quanto pare sono interessati solo iPhone 6S e iPhone SE da una parte e iPad Pro dall’altra. Rimarrebbero dunque fermi al palo gli altri terminali che supportano l’update.

Non solo i nuovi iPhone 7 e iPhone 7 Plus, dunque, ma anche i meno recenti iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5. Nella lista degli scontenti finiscono anche iPad Air 2, iPad Air, iPad di quarta generazione, iPad mini 4, iPad mini 3, iPad mini 2, iPod touch di sesta generazione. Oltre che per l’iOS 10.2, poi, il tool per il jailbreak è compatibile anche su iOS 10 e iOS 10.1. Ma c’è soprattutto un limite procedurale con cui occorre fare i conti. Non si tratta infatti del solito tool classico da scaricare, eseguire e installare. Essendo una release parziale, anche se funzionante, le operazioni da seguire passano in prima battuta dal download del file IPA e di Cydia Impactor.

Quindi, dopo aver aperto il software scaricato e inserito il file IPA, dall’inserimento dell’indirizzo di posta elettronica associato all’Apple ID e della password. Dopodiché per aprire la nuova app Yalu comparsa nella Home, seguire in via preliminare il percorso Impostazioni -> Generali -> Gestione dispositivo e consentire il via libera alla stessa app. A quel punto, fare tap su Go per vedere comparire anche Cydia nella Home. Insomma, la procedura è un po’ tortuosa ed è consigliata solo agli utenti più esperti, ma permette appunto di testare in anteprima l’iOS 10.2 con il jailbreak eseguito.

Il tutto mentre i laboratori di Cupertino sono al lavoro nello sviluppo del più sostanzioso aggiornamento iOS 10.3, di cui è stata messa a disposizione una prima beta ufficiale agli sviluppatori. La prime release pubblica per testare le novità, le correzioni di bug e i miglioramenti allo studio della mela morsicata, che dovrebbero coinvolgere anche il Centro di controllo, sarebbero da mettere in conto già nei primi giorni di febbraio. Per verificare la presenza dell’upgrade iOS 10.3 direttamente dal proprio dispositivo, è possibile seguire il percorso Impostazioni Generali > Aggiornamento Software > Scarica e Installa dal proprio terminale oppure collegare il device a un Mac o a un PC via iTunes.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 5 Media: 4.2]

NESSUN COMMENTO

Rispondi