All'estero le prevendite dello smartphone di Apple sono già iniziate. Il confronto dei prezzi



In attesa dell’uscita in Italia è possibile anticipare i tempi e ordinare e acquistare l’iPhone SE all’estero. In Europa, i Paesi in cui è stato dato il via alle prevendite sono Francia, Germania e Regno Unito, che si affiancano ai vari Australia, Canada, Cina, Hong Kong, Giappone, Nuova Zelanda, Porto Rico, Singapore. L’appuntamento con le vendite vere e proprie è invece fissato per il 31 marzo. Come un copione che si ripete, anche questa volta l’Italia è stata considerata un Paese commercialmente di seconda fascia. Di conseguenza per il via la preorder occorre aspettare il mese di aprile con disponibilità concerta solo nel mese di maggio.

L’acquisto in un mercato estero può diventare qualcosa di più che una semplice riduzione dei tempi perché, prezzi di listino in mano, significherebbe anche un risparmio sull’impegno di spesa finale. Il costo delle due versione di iPhone SE in Italia è rispettivamente di 509 euro (16 GB) e di 609 euro (64 GB). Prezzi più bassi negli Stati Uniti – 399 dollari per il modello da 16 GB e 499 dollari per quello da 64 GB – giustificati come sempre dal maggior impatto delle imposte locali e dai dazi doganali. A ogni modo, per fare proprio un modello direttamente dagli Stati Uniti senza recarsi fisicamente in un negozio, c’è la possibilità di sfruttare uno dei tanti servizi disponibili, come il Packing Forwarding: basta creare un account su USAmail1, myUS, VIAddress o proposte simili, e avere una carta di credito.

Gli operatori telefonici 3 Italia, Tim, Vodafone e Wind non hanno ancora svelato le carte sui piani tariffari per l’acquisto dell’iPhone SE con abbonamento e per ricaricabili. La novità potrebbe essere rappresentata dalla possibile del modello in proprio possesso per limitare l’impegno di spesa. In attesa di capire quali scenari possano concretizzarsi in Italia, le proposte degli operatori telefonici cambieranno sulla base della quantità dei minuti per chiamare, degli sms da spedire, del traffico web consumabile, del contributo iniziale richiesto e dell’importo della rata e del canone mensili. Almeno nelle battute iniziali, Wind non dovrebbe offrire possibilità di scelta e proporre l’acquisto dell’iPhone SE subito e a prezzo pieno.

In tutti gli casi le offerte vincoleranno l’utente per 24 mesi. Resta da scoprire se, così come per l’iPhone SE, ci saranno difficoltà di acquisto ovvero se le scorte saranno insufficienti rispetto alla domanda. Ufficializzati infine i costi degli accessori ufficiali di Apple che comprendono custodie in pelle in nero e blu notte a 45 euro e dock Lightning con finiture metallizzate dal colore coordinato a 59 euro.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 63 Media: 2.6]

NESSUN COMMENTO

Rispondi