Con l’iPhone 6S oggetto di sconti, offerte e promozioni sempre più consistenti, le indiscrezioni sull’iPhone 7 iniziano a diventare più numerose e più affidabili. Proprio questa è la maggiore difficoltà a distanza di molti mesi dal lancio sul mercato del prossimo top di gamma di Apple: distinguere tra speculazioni e rumor di poco conto e indicazioni verosimile che arrivano al di là dell’oceano. La certezza è comunque rappresentata dallo sviluppo dell’iOS 10, di cui sono già state scovate le prime tracce, ovvero il nuovo sistema operativo di casa Apple che rappresenterà il cuore del nuovo melafonino. Negli ultimi anni le innovazioni più interessanti sono arrivate dal versante software.

Anche se i tanti concept, rendering e prototipi degli utenti sull’iPhone 7 suggeriscono una strada diversa, non ci aspettiamo grandi differenze sotto il profilo del design. Le indicazioni fin qui raccolte suggeriscono la riproposizione di un doppio modello, uno da 4,7 (Retina HD Display con risoluzione pari a 1.334 x 750 pixel e a 326 ppi) e un secondo da 5,5 pollici, nella scia dell’iPhone 6S e del precedente iPhone 6. Tuttavia si fanno sempre più insistente le voci su una ulteriore riduzione delle spessore per via dell’eliminazione del jack per le cuffie che spingerebbe Apple a incoraggiare l’utilizzo di cuffie Bluetooth. Il design potrebbe prevedere una migliore resistenza ad acqua e polvere, peraltro ufficiosamente introdotta sull’iPhone 6S, e che Samsung ha messo in mostra nel suo nuovo Samsung Galaxy S7.

Se c’è invece un aspetto su cui scommettere miglioramenti è la fotocamera. In fin dei conti, l’azienda di Cupertino lo ha sempre fatto e in maniera piuttosto evidente. Le strade ipotizzate sono due e non si escludono a vicenda. La prima prevede l’implementazione di un sensore da 12 megapixel nella parte posteriore, così da aumentare la qualità complessiva delle foto catturate. La seconda suggerisce l’introduzione di una doppia fotocamera, formata quindi da due sensori e due ottiche nel retro, così da garantire un migliore dettaglio e migliori prestazioni in condizioni di scarsa luminosità. Davanti è invece attesa una videocamera da 5 megapixel.

Quel che è certo è la presenza del nuovo chip proprietario A10, magari affiancato da 3 GB di RAM, in grado di garantire prestazioni ancora migliori e un consumo più ridotto. Per la sua produzione è da tempo rimbalzata la voce dell’affidamento a TSMC che avrebbe così scalzato Samsung. Almeno per adesso, i tagli di memoria proposti dovrebbero essere ancora di 16, 64 e 128 GB, anche se è ben noto come i laboratori di Cupertino sono al lavoro sulla nuova opzione di storage fino a 256 GB. Per la presentazione e la messa a scaffale l’appuntamento è in autunno. Sui prezzi non ci sono indiscrezioni affidabili, ma alla luce dell’evoluzione dei costi di listino dei vari modelli di iPhone, è difficile che possa scendere sotto la soglia della versione base dell’iPhone 6S ovvero 729 euro.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 74 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome