C’è chi crede che Apple possa introdurre la modifica già con l’iOS 10 ovvero con l’iPhone 7. Le pressioni subite da cantanti ed etichette discografiche, con cui ha da tempo stretto accordi di collaborazione, potrebbero spingere la società di Cupertino ad accelerare nell’implementazione della funzionalità che impedisce di scattare foto e girare video in stadi, cinema, teatri. In buona sostanza, blocca i video ai concerti. Il primo passo è stato già fatto: la multinazionale della mela morsicata ha infatti ottenuto l’approvazione per un brevetto che permette di impedire il funzionamento delle fotocamere dei telefonini in luoghi sensibili, come cinema o sale da concerto. La misura si applica anche nelle stazioni e negli aeroporti, dove un segnale a infrarossi inibirebbe la fotocamera.

A nostro avviso se la funzionalità sarà introdotta, non sarà l’iOS 10 a ospitarla e di conseguenza non farà la sua comparsa con l’iPhone 7 (e con tutti gli altri iPhone che si aggiorneranno). In fin dei conti, depositare un brevetto non significa affatto che il servizio troverà spazio nei device. Tra l’altro c’è chi, come il sito statunitense Quartz, fa notare che la possibilità di bloccare il funzionamento della la fotocamera nelle manifestazioni pubbliche «potrebbe aiutare la polizia a impedire di girare video per denunciare violenze, oppure consentire ai governi di bloccare gli smartphone in determinati luoghi».

Quel che è certo è l’intenzione di Apple, iPhone 7 a parte, di recitare una parte da protagonista nel settore dell’ascolto di musica in streaming, come dimostrato da Apple Music, che con l’iOS 10 ha subito un deciso restyling che passa da un nuovo design e una differente struttura che agevola l’esperienza d’uso. Le tab Library, For You, Browse e Radio sono state interamente riprogettate per un’organizzazione ottimizzata ed è stata aggiunta la tab Search per trovare ancora più facilmente la musica cercata.

Di certo, lo stop ai video artigianali nei concerti troverebbe più di un parere favorevole. E non sono mancati i casi di cantanti, soprattutto famosi, che nel bel mezzo di una esibizione pubblica si sono fatti sentire. Come l’inglese Adele, che durante il suo recente concerto all’Arena di Verona ha rimproverato una fan che la stava riprendendo con lo smartphone. Prince si era da sempre schierato contro l’uso dei telefoni durante i concerti. L’artista statunitense aveva chiesto a YouTube la cancellazione dei video dei fan. Rimanendo dentro i confini nazionali, la popstar italiana Gianna Nannini, nel corso di un concerto a Roma, nell’aprile scorso, ha chiesto a tutti di spegnere i telefonini per non disturbare.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 25 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome