Attenzione alla data che blocca gli iPhone



Crescono sempre più sui gruppi dedicati agli utenti Apple, le richieste di “aiuto” per risolvere lo spiacevole inconveniente verificatosi qualche giorno fa e che ha visto come protagonisti i possessori di iPhone 5S, iPhone 6 e iPhone 6S ma anche di iPad Air, iPad Mini 2 e iPod Touch di sesta generazione.

1° GENNAIO 1970 LA DATA CHE BLOCCA GLI IPHONE – Lo scherzo arriva dal web e ha colpito molti utenti che, ignari delle conseguenze, hanno portato avanti la procedura di modifica manuale della data del proprio device. La data “incriminata” sarebbe quella del 1° Gennaio 1970, data che una volta inserita sui dispositivi a 64-bit ovvero gli iPhone dal 5S al 6S ma anche gli Pad Air, iPad Mini 2 e iPod Touch di sesta generazione, causa il blocco dei dispositivi. I mal capitati in questo scherzo assolutamente scorretto, si sono ritrovati con un dispositivo ormai non funzionante e quindi inutilizzabile. Non ci sono ancora voci ufficiali sulle intenzioni della casa produttrice Apple riguardo al misterioso bug e quindi non ci sono a tal proposito ancora delle soluzioni ufficiali per risolvere il problema se non quello di recarsi in un centro assistenza Apple.

In rete i consigli che si trovano nei tanti forum e che vanno per la maggiore, sono quelli che come soluzione al problema propongono di spegnere i dispositivi e rimuovere la batteria ma, nell’iPhone questa operazione richiede l’intervento di un esperto o di specifici attrezzi per operare, rischiando comunque di creare ulteriori danni. In alternativa alcuni utenti hanno suggerito di aspettare 5 ore dall’accaduto perché il dispositivo si sblocchi autonomamente o di far scaricare la batteria completamente.

Quale il motivo di questo scherzo e da parte di chi non è ancora noto, certo è che, recarsi in un centro Apple e far riparare i dispositivi da un esperto, anche gratuitamente se sotto garanzia, resta la migliore delle soluzioni.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 0 Media: 0]

NESSUN COMMENTO

Rispondi