Ecco come far per effettuare il downgrade all'iOS 9.2.1



L’aggiornamento di sistema operativo iOS 9.3 per iPhone, iPad e iPod touch aggiunge nuove funzionalità ma, inutile far finta di nulla, porta anche alcuni problemi. Non è un caso che sia stato rilasciato a stretto giro un primo update correttivo iOS 9.3.1 ed è in fase di sviluppo nei laboratori di Cupertino lo sviluppo del successivo iOS 9.3.2, di cui in realtà gli sviluppatori possono già scaricare le prime versioni beta. Sulla base dei problemi lamentati dagli utenti sul forum ufficiale di Apple e sui siti specializzati nel mondo della mela morsicata, con tanto di consigli e soluzioni per superare gli inconvenienti e della direzione presa da Cupertino con l’iOS 9.3.2, proviamo a far il punto della situazione. Il tutto mentre il ritmo dei lavori sul jailbreak iOS 9.2 e 9.3.1 sembra piuttosto altalenante. Allo stato, si fa presente, non esiste alcun tool riconosciuto per lo sblocco.

E così si legge a vario di titolo di problemi con l’assenza dell’App Store, la difficoltà a mantenere una stabile connettività Wi-Fi o Bluetooth, il funzionamento del Night Shift e la funzione di vibrazione, la sincronizzazione con iTunes. Un classico di sempre è la riduzione dell’autonomia della batteria. In questo caso ci sono solo accorgimenti che possono aiutare a contenere il consumo. Soprattutto sui dispositivo meno recenti, la ragione del problema non va cercata nel software in sé, ma nelle app che richiedono un grande consumo energetico, indipendentemente dalla versione dell’iOS installata.

E allora è consigliabile seguire il percorso Impostazioni -> Generali -> Utilizzo -> Utilizzo batteria per vedere quali applicazioni incidono sulla durata della batteria ed eventuale agire di conseguenza. In caso di assenza di copertura, è sempre saggio attivare al modalità Aereo perché quando il telefono ha bisogno di cercare il segnale, l’impegno energetico è maggiore. Alcuni possessori di iPhone sostengono che la disattivazione del Portachiavi iCloud Keychain ha avuto effetti benefici. Attenzione all’aggiornamento automatico delle app: è fonte di grande dispendio. Allo stesso tempo occorre tenere sotto controllo il livello di luminosità del display.

In ogni caso, la nuova funzione del Night Shift implementata con l’iOS 9.3 potrebbe portare qualche beneficio a fine giornata. Se il consumo dovesse ancora rivelarsi anomalo, c’è la possibilità per qualche giorno di effettuare il downgrade al precedente iOS 9.2.1. La prima cosa da fare è procedere con il backup di tutti i dati presenti sul terminale. Quindi occorre collegarsi sulla sezione aggiornamenti del sito Apple e scaricare la versione del software compatibile con il proprio device. Una volta effettuato il download, collegare il dispositivo al computer e avviare iTunes. Dopodiché occorre schiacciare i tasti opzione e alt, fare clic su Ripristina in iTunes, sfogliare e trovare il file scaricato e aprirlo per avviare la procedura di ripristino dell’iOS 9.2.1.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 91 Media: 2.7]

NESSUN COMMENTO

Rispondi