L'aggiornamento è di tipo correttivo e potrebbe intervenire anche sul fronte batteria



Sono già due le versione beta dell’iOS 9.3.2 per iPhone e iPad. Disponibile per sviluppatori, le novità e i miglioramenti introdotti con questa seconda release di prova sono di tipo correttivo dei problemi rilevati con i precedenti aggiornamenti di sistema operativo. Il condizionale è comunque sempre d’obbligo considerando che da qui alla versione finale, nuovi cambiamenti possono essere sempre dietro l’angolo. Tra le modifiche rilevate c’è comunque il funzionamento del Night Shift, il servizio con cui regolare in automatico la tonalità e la luminosità del dispositivo in base all’orario di utilizzo, anche con il risparmio energetico attivato.

Non è da escludere che, nell’ambito dei miglioramenti delle prestazioni generali, possa essere prestato un supplemento di attenzione sul versante della durata della batteria. Con l’ultimo update si sono moltiplicate le segnalazione di un peggioramento ovvero di un maggior consumo energetico. Allo stato, l’ultimo aggiornamento di sistema operativo ufficiale è dunque l’iOS 9.3.1, che può essere scaricato direttamente dal proprio terminale seguendo il percorso Impostazioni Generali -> Aggiornamento Software -> Scarica e Installa.

iOS 9.3, iOS 9.3.1 e le prime beta di iOS 9.3.2 sono gratuitamente installabili sul nuovi iPhone SE, acquistabile anche in Italia anche attraverso i piani tariffari proposti dagli operatori telefonici Tim e Vodafone, iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPhone 4S, iPad Pro, iPad Air 2, iPad Air, iPad 4, iPad 3, iPad 2, iPad mini 3, iPad mini 2, iPad mini e iPod touch di quinta generazione. Occorre ricordare come non sia più possibile effettuare il downgrade al precedente iOS 9.3. Si tratta di un aspetto di cui tenere conto nel caso di possibili problemi rilevati con l’esperienza d’uso dell’iOS 9.3.1 sul proprio dispositivo.

Si fa presente che, stando al changelog ufficiale, la sola modifica introdotta è di tipo riparativo ovvero la correzione del bug che impediva l’apertura di link esterni dal browser Safari e dalla maggior parte delle app installate. Tuttavia non ha alcun effetto sul jailbreak. La ragione è molto semplice: non è stato sviluppato il tool di sblocco né per l’iOS 9.3 e né per l’iOS 9.3.1. Il fermento è comunque piuttosto alto, come dimostrato anche dalla diffusione di fake. Stando a quanto si apprende, l’attenzione della comunità degli hacker è piuttosto indirizzata verso la prossima major release iOS 10, la cui prima presentazione è di fatto imminente. Parte delle novità sarà illustrato in occasione della WWDC 2016 di San Francisco, in programma dal 13 al 17 giugno.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 14 Media: 3.5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi