Con la terza beta dell’aggiornamento di sistema operativo iOS 9.3.2 per iPhone e iPad, Apple compie un altro passo in avanti verso il rilascio della versione definitiva di un nuovo update correttivo. Già, perché come emerge dal changelog ufficiale, il nuovo software, per ora scaricabile dai soli sviluppatori della mela morsicata, non provvede altro che alla sistemazione di piccoli errori e problemi di programmazione. E stando a quanto si apprende, dalla versione finale, attesa prima della WWDC 2016 di giugno, quando la società di Cupertino leverà i veli su parte delle caratteristiche e delle novità della prossima major release iOS 10 non sono da mettere in conto nuovi servizi e funzionalità.

Potrebbe tuttavia essere ulteriormente innalzato il muro della sicurezza. E questo potrebbe essere un bel colpo alle speranze di chi si aspetta lo sviluppo di un tool di sblocco via jailbreak. Allo stato, sia l’aggiornamento iOS 9.3 e sia il successivo update iOS 9.3.1 sono inviolati e non esiste alcuna procedura riconosciuta per il jailbreak. Comunità degli hacker e ingegneri di Cupertino continuano a essere protagonista nel consueto gioco del gatto e del topo e a spuntarla, fino a questo momento e in riferimento alle ultime release, sono proprio gli uomini della mela morsicata. Tuttavia, al pari di quanto è successo in passato, non è da escludere che il rallentamento sia dovuto allo spostamento di interesse verso la nuova major release.

Sarebbe tuttavia un errore fatale attendere un annuncio. Se jailbreak ci sarà, sia esso dell’iOS 9.3, dell’attuale iOS 9.3.1, dell’imminente iOS 9.3.2 o del futuro iOS 10, avverrà da un giorno all’altro, senza la creazione di alcuna attesa. A ogni modo, l’iOS 9.3.2, appena sarà ufficialmente rilasciato dalla società di Cupertino, sarà gratuitamente scaricabile e installabile sul nuovo iPhone SE, sui top di gamma iPhone 6S e iPhone 6S Plus, e sui vari iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPhone 4S, iPad Pro, iPad Air 2, iPad Air, iPad 4, iPad 3, iPad 2, iPad mini 3, iPad mini 2, iPad mini e iPod touch di quinta generazione.

La ricezione della notifica sarà come al solito automatica e contemporanea per tutti i dispositivi della mela morsicata per cui è stata annunciata la compatibilità, ma per accelerare i tempi e verificare manualmente la presenza dell’upgrade dal proprio iPhone o iPad, è possibile seguire il percorso Impostazioni Generali > Aggiornamento Software > Scarica e Installa oppure collegare il device a un Mac o a un PC via iTunes.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 4 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome