L’attesa di questi questi giorni è anche sull’iOS 10, nuova versione del sistema operativo per iPhone e iPad di Apple, di cui è stata già fornita un’abbondante anteprima in occasione della WWDC 2016 dello scorso mese di giugno. Le ragioni sono due. Da una parte molte delle novità e dei miglioramenti previsti non sono stati ancora comunicate. Ecco allora che resta ancora molto da scoprire, anche in riferimento alle funzionalità che saranno effettivamente compatibili anche in Italia. In seconda battuta, l’attesa per l’iOS 10 è giustificata anche dall’alto numero di dispositivi su cui potrà essere gratuitamente scaricabile e installabile.

Oltre che per i nuovi iPhone 7 e iPhone 7S Plus, l’elenco comprende i precedenti iPhone SE, iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPad Pro da 12,9 e da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad 4, iPad 3, iPad 2, iPad mini 3, iPad mini 2 e iPod touch di quinta generazione. Tuttavia è difficile, ma non impossibile, il rilascio della versione definitiva in contemporanea o subito dopo il keynote di presentazione dei nuovi iPhone al Big Graham Civic Auditorium di San Francisco. L’appuntamento, si ricorda, è in programma il 7 settembre alle 19, ora italiana. Più verosimilmente il software sarà messo a disposizione nei giorni successivi, in coincidenza con la messa a scaffale nel mercato statunitense dell’iPhone 7.

Tra le novità già annunciate ci sono i piani relativi alla domotica iniziano a prendere forma e iOS 10 integra l’app che offre un modo semplice per configurare, gestire e controllare le apparecchiature di casa compatibili con HomeKit Apple da un unico posto. Gli accessori possono essere gestiti singolarmente o raggruppati per scenari, in modo da poter lavorare insieme con un solo comando e poter essere controllati anche con Siri. In futuro possono anche essere controllati da Apple TV che farà da centro di controllo per la casa Smart.

Mappe è ancora più smart e all’avvio dell’app sarà in grado di proporci una serie di destinazioni da raggiungere. Lo farà in base alle nostre abitudini o agli appuntamenti in calendario. Oltre ad aver creato una nuova versione di Mappe per MacOS Sierra, anche la versione per iOS 10 è stata migliorata. Inoltre Apple ha dato la possibilità agli sviluppatori di creare estensioni per l’applicazione che possono, per esempio, integrare funzioni di prenotazione per i locali che troviamo nei punti di interesse o semplicemente per chiamare un taxi nella posizione in cui ci troviamo. In tutti i casi è possibile verificare manualmente la presenza dell’update seguendo il percorso Impostazioni Generali > Aggiornamento Software > Scarica e Installa direttamente dal dispositivo oppure collegare il device a un Mac o a un PC via iTunes.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 34 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome