Prima ancora che sull’iPhone 7, atteso nella seconda parte dell’anno, le attenzioni sono ora catturate dall’iOS 10. La nuova versione del sistema operativo mobile, con cui sarà equipaggiata la prossima generazione dello smartphone di Apple, sarà presentata alla WWDC 2016, in calendario da lunedì 13 giugno a venerdì 17 giugno 2016 a San Francisco. Si tratta del consueto ritrovo dell’azienda di Cupertino con i suoi sviluppatori, quest’anno diviso in due location: parte al Bill Graham Civic Auditorium, in cui sarà fatta luce sulle prime novità del nuovo sistema operativo per iPhone e iPad, e parte al Moscone West (sessioni di lavoro e laboratori), sempre nella città californiana.

Le strade sulle ipotesi relative alle caratteristiche e ai miglioramenti implementati nel nuovo software della multinazionale della mela morsicata vanno in due direzioni differenti. Da una parte c’è chi ritiene che l’iOS 10 non sarà altro che un robusto aggiornamento dell’iOS 9, senza grandi stravolgimenti né dal punto di vista grafico e né sostanziale, ma con un’attenzione particolare alla durata della batteria. Dall’altra c’è chi è pronto a scommettere sulla introduzione di veri miglioramenti nell’esperienza d’uso con i device Apple.

In ogni caso, così come capita per ogni major release del sistema operativo della società di Cupertino, anche per questa nuova versione sono attesi aggiustamenti nel Siri, l’assistente vocale per la gestione con la voce dei dispositivi e il perfezionamento del sistema cartografico, un terreno su cui Apple continua a trovarsi in difficoltà dopo l’abbandono delle Mappe di Google. Da mettere in conto significativi miglioramenti nell’esperienza con Apple Music. Ci sarà un maggiore spazio anche per la domotica e la realtà aumentata? In merito ai tempi di lancio sul mercato, a ridosso della WWDC 2016, Apple dovrebbe mettere a disposizione una prima versione beta, inizialmente solo per sviluppatori e quindi pubblica per tutti, a cui ne seguiranno altre nei mesi successivi.

Solo in autunno, tra settembre e ottobre, in contemporanea la messa a scaffale dell’iPhone 7, sarà scaricabile la release definitiva dell’iOS 10. Dal punto di vista strategico, Apple tende a mantenere aggiornati i suoi dispositivi per 3 anni prima di terminare il supporto. Ecco allora che quelli che hanno buone possibilità di essere compatibili con il nuovo sistema operativo sono iPhone SE, iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPad Pro da 12,9 e da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad 4, iPad 3, iPad mini 3, iPad mini 2, iPad mini e iPod touch di quinta generazione. Fuori dai giochi rimarrebbero iPhone 4S e iPad Mini, ma lo si diceva anche un anno fa in relazione all’iOS 9.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 20 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome