Già possibile il download di iOS 10 beta 1. Apple ha messo a disposizione per tutti l’aggiornamento di sistema operativo ovvero una versione di prova di quella release definitiva che vedrà la luce solo in autunno ovvero in sostanziale contemporaneità con il lancio sul mercato dell’iPhone 7. A ogni modo, essendo una beta, è inevitabile che l’iOS 10 sia soggetto a bug e problemi in tutte le sue declinazioni per iPhone, iPad e iPod touch. Il consiglio per chi intende scaricare e installare questa beta è di procedere con cautela ovvero eseguire un backup dei dati presenti nel terminale e, se possibile, provarla su un dispositivo diverso dal principale.

Si ricorda che il nuovo aggiornamento del sistema operativo della multinazionale della mela morsicata è compatibile con iPhone SE, iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPad Pro da 12,9 e da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad 4, iPad 3, iPad 2, iPad mini 3, iPad mini 2 e iPod touch di quinta generazione. Per testare la prima beta pubblica dell’iOS 10 occorre collegarsi alla pagina beta.apple.com/sp/betaprogram da iPhone (o iPad) e accedere con l’ID Apple personale. I due link da cliccare sono “enroll your iOS device” prima e “Download profile” poi. Al termine della procedura di installazione automatica, riavviare il device e accedere a Impostazioni –> Generali –> Aggiornamento Software per installare la beta pubblica di iOS 10.

Ma quali sono i problemi che affliggono la prima versione beta pubblica del prossimo sistema operativo di Apple? Come prevedibile, l’elenco dei bug riscontrati è molto lungo e tira in ballo molte funzionalità, dall’utilizzo dell’assistente vocale Siri con CarPlay all’orologio che scompare in maniera improvvisa, dai tempi più lunghi del solito per il riavvio al Bluetooth a scatti, dai widget che mostrano pagine vuote all’impossibilità di scattare foto via FaceTime, dai colori invertiti per alcuni altri elementi grafici, dall’animazione bloccata in Apple Music ai pulsanti del volume che smettono di funzionare. Tutto più o meno della norma, anche se si tratta di bug fastidiosi.

Per rimanere aggiornati sulle esperienze d’uso in questa prima fase di prova con l’iOS 10, il suggerimento è di tenere sotto controllo il forum ufficiale del sito Apple così come quello del sito MacRumors, ricco di prove e commenti. Si ricorda che è comunque sempre possibile effettuare il downgrade al precedente iOS 9.3.2, ultima release ufficiale di Apple, così come inviare feedback al Bug Reporter di Apple. Infine, a oggi si registra il congelamento da parte del team Pangu della rivelazione della procedura di jailbreak dell’iOS 10 beta 1, di cui ha dato dimostrazione pubblica. Appare comunque verosimile credere che lo possa fare solo con il rilascio della versione definitiva dell’iOS 10. Resta l’incognita sul jailbreak dell’iOS 9.3.2, rispetto a cui lo stesso team Pangu ha rivelato di averlo violato.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 115 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome