Inutile girarci troppo attorno: le principali attenzioni in casa Apple non possono che essere catturate dallo stop alla produzione e alle vendite di iPod nano e iPod shuffle. Più che i nuovi aggiornamenti iOS 11 e iOS 10.3.3 per iPhone e iPad, è proprio la decisione della società di Cupertino di rinunciare a questi due storici prodotti ad aver lasciato il segno. In pista rimane adesso il solo iPod Touch, il solo a supportare il servizio Apple Music sviluppato dalla multinazionale della mela morsicata. Si tratta di un cambio di tendenze di cui occorre prendere atto che trova le sue ragioni nella diffusione dell’ascolto di musica in streaming ovvero nell’accesso alle canzoni piuttosto che al suo possesso.

In arrivo iOS 10.3.4?

Stando alle intenzione iOS 10.3.3 dovrebbe rappresentare la versione finale di iOS 10, ma è realmente così? Non mancano infatti le segnalazioni di problemi, soprattutto a bordo di iPhone 5, iPad 4 e iPod touch, che lascerebbero immaginare come lo sviluppo di iOS 10.3.4 sia indispensabile. In particolare, l’indice è puntato contro i problemi di stabilità e di multitasking, i bug in Game Center, Apple Music e Mail e gli aggiornamenti app. La società di Cupertino non ha assunto alcuna posizione ufficiale e come da tradizione, se c’è da sviluppare un nuovo update lo fa in silenzio e senza annunci. Ma a oggi è bene dire che non ci sono tracce di una versione beta.

iOS 10.3.3 è comunque un update prezioso non tanto per i nuovi wallpapers per iPad Pro da 12,9 pollici, quanto per l’innalzamento del livello di sicurezza. Il software implementa infatti la patch per una grave vulnerabilità denominata Broadpwn che consente agli hacker di controllare in remoto smartphone con chip Wi-Fi Broadcom. Il tutto mentre è anche aperta la partita sul jailbreak con la comunità degli hacker sta combattendo duramente per recuperare la strada persa in vista del rilascio della prossima major release iOS 11, atesa solo a settembre. A tal proposito, sono già quattro le versioni beta messe a disposizione dall’azienda di Cupertino.

Quest’ultima porta con sé l’interfaccia rivista per la funzione di registrazione dello schermo con tanto conto alla rovescia di tre secondi prima dell’acquisizione delle immagini, la rivisitazione delle icone delle app Contatti, Note e Promemoria, l’animazione differente per l’attivazione della modalità di risparmio energetico dal Centro di Controllo, la chiusura automatica del Multitasking dopo quella delle app, il rinnovato splash screen per l’app Foto, la presenza della dicitura Scarica in App Store, l’introduzione della sezione AirDrop in Impostazioni -> Generali, la traduzione nella lingua italiana dei contenuto dell’App Store, l’apertura delle notifiche e la cancellazione anche di una sola di esse nel Centro di Controllo.

Questa release di prova è scaricabile su tutti i device compatibili ovvero iPhone SE, iPhone 6S Plus, iPhone 6S, iPhone 6 Plus, iPhone 6, iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 5S, iPad Pro da 12,9 pollici (seconda generazione), iPad Pro da 10,5 pollici, iPad Pro da 12,9 pollici, iPad Pro da 9,7 pollici, iPad Air 2, iPad Air, iPad (2017), iPad mini 4, iPad mini 3, iPad mini 2. Già da ora è dunque possibile testare le novità sviluppate nei laboratori di Cupertino.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 6 Media: 3.5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome