Diretta live di presentazione dell'iPhone SE a partire dalle 18 italiane



Tutto pronto a San Francisco per il keynote allestito da Apple per la presentazione dell’iPhone SE e altri dispositivi, come il nuovo iPad Pro da 9,7 pollici o iPad Air 3, di cui le denominazioni non sono affatto sicure. L’evento può essere seguito in diretta streaming domani lunedì 21 marzo 2016, a partire dalle ore 18 (in Italia), collegandosi all’apposita sezione creata dalla società di Cupertino sul suo sito, raggiungibile collegandosi alla pagina apple.com/apple-events/march-2016. Confermata anche per questo appuntamento c’è la possibilità del real time anche da PC, purché sia equipaggiato con il nuovo sistema operativo Windows 10 e si utilizzi il programma di navigazione Microsoft Edge.

A ben vedere, anche per chi sceglie di collegarsi con Mac, iPhone, iPad, iPod o Apple TV, deve rispettare alcuni requisiti ben precisi. In particolare, iPhone, iPad e iPod Touch devono avere a bordo l’iOS 7 (o versioni successive), il Mac deve girare su OS X v10.8.5 o successivi e il collegamento deve avvenire con Safari 6.0.5 o release successive. Infine, le Apple TV di seconda o terza generazione devono essere equipaggiate con software 6.2 o release successive. Anche i portali generalisti italiani di informazione seguiranno l’appuntamento con il real time testuale.

A ogni modo, le indiscrezioni sulle strategie di Apple con il nuovo modello di iPhone convergono tutte in una sola direzione ovvero l’intenzione dell’azienda di Cupertino di proporre un device intermedio cercando di non ripetere gli errori commessi con l’iPhone 5C. Se sotto il profilo del design con l’iPhone SE dovrebbero essere riproposte le dimensioni dell’iPhone 5S (4 pollici rispetto ai 4,7 pollici dei modelli successivi), le novità potrebbero arrivare dall’implementazione delle ultime tecnologie, ma non il 3D Touch per il riconoscimento del livello di pressione delle dita sullo schermo. Sono naturalmente da mettere in conto miglioramenti nelle performance del processore, della fotocamera e della batteria rispetto al 5S.

A caratterizzarlo sarebbe anche l’aggiornamento di sistema operativo iOS 9.3: il nuovo update di Cupertino sarà parte integrante del prossima melafonini e, anzi, dovrebbe essere rilasciato se non nel giorno stesso del keynote, in quelli immediatamente successivi. L’iOS 9.3 sarà certamente compatibile per iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPhone 4S, iPad Air 2, iPad Air, iPad 4, iPad 3, iPad 2, iPad mini 3, iPad mini 2, iPad mini e iPod touch di quinta generazione.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 3 Media: 4]

NESSUN COMMENTO

Rispondi