I giochi sono ormai fatti e in attesa delle conferme che arriveranno domani lunedì 21 marzo 2016, la gran parte degli analisti scommette sulla presentazione di almeno due prodotti a firma Apple: un nuovo iPhone, la cui denominazione provvisoria è iPhone SE, e un nuovo iPad, caratterizzato anche in questo caso da dubbi sul nome: iPad Air 3 o iPad Pro Mini? Ma quella di domani dovrebbe essere anche la giornata delle novità su fronte dell’Apple Watch e degli aggiornamenti di sistema operativo, su tutti quello dell’iOS 9.3. In ogni caso, tra meno di 24 ore, alle 18 (ora italiana) la società di Cupertino inizierà a illustrare caratteristiche tecniche, novità e miglioramenti dei nuovo smartphone e ad annunciare data di uscita e prezzi di lancio.

Per la diretta streaming da iPhone e iPad, Mac, PC e Apple TV è possibile collegarsi al sito ufficiale di Apple, raggiungibile alla pagina apple.com/apple-events/march-2016. Attenzione alle caratteristiche tecniche: iPhone, iPad e iPod Touch richiedono l’equipaggiamento con almeno l’iOS 7, il Mac con l’OS X v10.8.5 o successivi e con il browser Safari alla release 6.0.5 o seguente. Infine, alle Apple TV di seconda o terza generazione è richiesta la versione 6.2 o successiva. Porte aperte alla diretta live anche su PC basati sul nuovo sistema operativo Windows 10. La pagina Apple va però aperta con Microsoft Edge e non con altri programmi di navigazione.

Due aspetti su cui si concentrerà l’attenzione di Apple nella presentazione del nuovo iPhone SE sono quelli delle dimensioni e delle tecnologie implementate. Sotto il primo punto di vista, la novità principale dovrebbe essere il ritorno a un display da 4 pollici, magari con i bordi arrotondati dell’ultimo iPhone 6S. Elenco di melafonini in mano, l’ultima produzione di 4 pollici della società di Cupertino è stata l’iPhone 5S mentre per trovare uno smartphone intermedio tra un top di gamma e l’altro, occorre risalire all’iPhone 5C, il cui riscontro commerciale, in realtà, non è stato all’altezza delle migliori aspettative.

Per quanto riguarda le tecnologie, dovrebbe essere presente tutta la recente innovazione Apple tranne il 3D Touch, in grado di riconoscere il livello di pressione delle dita sull’area di contatto così da permettere l’attivazione di comandi differenti, già adottata sull’iPhone 6S, sull’Apple Watch Sport e sul trackpad del nuovo MacBook. Al nastro di arrivo anche l’iOS 9.3, la cui versione finale sarà disponibile non solo per iPhone SE, ma anche per iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPad Pro, iPad Air 2, iPad Air, iPad 4, iPad 3, iPad 2, iPad mini 3, iPad mini 2, e iPod touch di quinta generazione.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 9 Media: 4.1]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome