Non mancano sconti, offerte e promozioni per acquistare l’attuale top di gamma iPhone 6S. Rispetto all’iniziale prezzo di listino, per portare a casa lo smartphone di punta della società di Cupertino, adesso possono bastare 557 euro per chi sceglie la strada del web. Il portale di ecommerce bass8.it chiede infatti questa cifra, spese di spedizione incluse, per il modello da 16 GB di colore oro o rosa dorato. Identico impegno di spesa per puntocomshop.it, che mette in vetrina anche le varianti di colore grigio siderale e argento. In entrambi i casi, la garanzia è di tipo europeo ovvero assicura la copertura per un anno anziché per i due della garanzia italiana.

Eppure secondo il quotidiano statunitense Wall Street Journal, questo è il peggior periodo dell’anno per acquistare un nuovo modello di iPhone. E ha messo le ragioni nero su bianco in un dettagliato articolo dal titolo che non lascia spazio a dubbi e ripensamenti: “È un cattivo momento per comprare un iPhone“. Le ragioni a sostegno di questa tesi sono tre. La prima tira in ballo la politica commerciale adottata da Apple. Ogni anno la società di Cupertino rilascia un nuovo modello del melafonino e il nuovo iPhone (iPhone 7) sarà sempre migliore di quello attuale. La seconda è strettamente legata: tapparsi le orecchie perché qualunque sia il periodo dell’anno, la multinazionale della mela morsicata è sempre attiva nel cercare di vendere un iPhone.

La terza è forse la più interessante. Settembre è il mese tradizionale per la presentazione e il lancio sul mercato di un nuovo iPhone. E questo 2016 non sarà da meno con l’atteso iPhone. Da quel momento in poi, fa presente il Wall Street Journal, i prezzi dei modelli attuali sono destinati a calare. Insomma, sconti, offerte e promozioni saranno ancora più pronunciati. Meglio allora lasciare trascorrere i due mesi più caldi dell’anno e valutare in autunno se e quale modello di iPhone comprare. A margine di queste riflessioni, il WSJ mette in rilievo come i tempi siano cambiati e la consuetudini di cambiare iPhone ogni anno da parte dei più affezionati consumatori della mela morsicata è venuta meno.

Più nel dettaglio tira in ballo un report di Consumer Intelligence Research Partners secondo cui il 12% dei possessori di iPhone tiene il proprio device per più di 3 anni: una percentuale che era del 5% solo due anni fa. Infine, lo stesso Wall Street Journal sintetizza le novità e le caratteristiche tecniche che potrebbero segnare l’iPhone 7: più sottile e più resistente all’acqua, grazie anche all’eliminazione dell’ingresso per le cuffie; tasto Home integrato nel display; ritorno del taglio di memoria da 32 GB e scomparsa di quello da 16 GB; equipaggiamento con il nuovo sistema operativo iOS 10; doppio sensore nella fotocamera posteriore del modello Plus con schermo da 5,5 pollici.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 102 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome