Secondo quanto riportato dal Financial Times, gli abbonati al servizio di streaming musicale della Mela avrebbero raggiunto in pochi mesi la quota che Spotify ha ottenuto dopo sei anni.



Apple-music
Apple-music

Apple Music, il servizio di streaming musicale lanciato solo sei mesi fa dalla società di Cupertino, ha raggiunto la quota di 10 milioni di utenti abbonati. La notizia è stata pubblicata dal prestigioso quotidiano economico Financial Times e resta in attesa di conferme da parte della stessa Apple, che già a ottobre dello scorso anno aveva annunciato il traguardo dei 6.5 milioni di abbonati.

Si tratta di una cifra davvero considerevole e rappresenta la metà degli abbonati al servizio offerto Spotify, che per raggiungere lo stesso traguardo aveva impiegato 6 anni.

Apple Music è disponibile dal 30 giugno scorso su piattaforma iOS, Mac e Windows PC, da novembre anche su Android, attraverso una nuova app che evidentemente ha contribuito ad attirare una parte consistente di nuovi utenti. Se i numeri verranno confermati, sarà inoltre da apprezzare il lavoro di fidelizzazione realizzato da Apple, che è riuscita a convertire in utenti paganti i numerosi clienti che avevano aderito al periodo di prova gratuita. Le previsioni degli analisti sono molto positive e vedono Apple in rapidissima espansione nel mercato dello streaming, così come sostenuto da Mark Mulligan, analista esperto in business musicale, il quale prevede il sorpasso della Mela nei confronti di Spotify nel corso del 2017.

A spingere Apple Music al successo in così breve tempo è stata sicuramente la sua facilità di utilizzo e fruizione, in quanto si tratta di un servizio integrato in iTunes e nell’applicazione Musica di iOS, quindi non richiede il download di software e app aggiuntive, né di una nuova registrazione. Così, con la stessa ID Apple, centinaia di milioni di utenti nel mondo hanno avuto la possibilità di accedere al nuovo servizio.

Da evidenziare anche l’abilità dell’azienda californiana nello stringere accordi esclusivi con importanti artisti di calibro internazionale, come Pharrell, Drake, M.I.A., Eminem e molti altri, che hanno pubblicato i nuovi album esclusivamente su Apple Music per un periodo limitato. La stessa Taylor Swift, che aveva fortemente criticato Apple sulle modalità di ricompensa dei diritti degli artisti durante il periodo di lancio del servizio, già da diversi mesi è scomparsa da Spotify ed è in esclusiva su Apple Music.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 5]

NESSUN COMMENTO

Rispondi