Apple ha ufficialmente rilasciato la quarta beta dell’aggiornamento MacOS Sierra 10.12.6 ovvero il nuovo sistema operativo per Mac, MacBook Air e MacBookPro. Il software è disponibile anche nelle release di prova pubblica e si concentra in modo particolare sulla correzione di bug. Questa nuova beta di MacOS Sierra 10.12.6 può essere scaricata attraverso il Centro per sviluppatori Apple o attraverso la procedura di aggiornamento software nel Mac App Store. La società di Cupertino non mette nero su bianco novità e miglioramenti ovvero le caratteristiche significative la risoluzioni di problemi delle versioni beta di MacOs Sierra, per cui occorre attendere il rilascio della versione finale per farsi un’idea completa.

A ogni modo, MacOS Sierra 10.12.6 dovrebbe essere l’ultimo aggiornamento prima dell’arrivo di MacOS High Sierra, prossima major release già abbondantemente presentata da Apple in occasione della WWDC 2017. Per mettersi al riparo da problemi, il suggerimento è di tenere aggiornati macOS e le app. Nel caso di scelta di non installare in automatico gli aggiornamenti dal Mac App Store, controllare regolarmente il pannello Aggiornamenti. Se si usano app non scaricate dal Mac App Store, visitare i siti dei rispettivi produttori. Non disattivare Gatekeeper in Sicurezza e privacy nelle Preferenze di sistema. Le opzioni si trovano in Consenti app scaricate da. Si tratta di una protezione necessaria, comunque aggirabile quando necessario. Ma quali sono i problemi più comuni?

La palla colorata continua a girare. Vedere il puntatore del mouse trasformarsi nella classica palla colorata è normale di tanto in tanto, succede quando un’app attende la disponibilità di spazio per fare fronte alle sue richieste. Se però succede di frequente, controlliamo in Monitoraggio attività, nella cartella Utility, quali app consumano più risorse o non rispondono. Se la ragione è sempre la stesso, proviamo a reinstallare l’app, verifichiamo la presenza di aggiornamenti o cerchiamo un’app alternativa a quella in uso.

Un CD o DVD è rimasto bloccato nel drive. Se il pulsante di espulsione accanto all’icona del disco nel Finder non funziona, e non serve nemmeno trascinare l’icona del disco nel cestino, apriamo il Terminale e scriviamo drutil eject. In alternativa, spegniamo il Mac, riavviamolo tenendo premuto il pulsante principale del mouse o del trackpad.

Compare la schermata Kernel Panic. Kernel Panic, cioè una schermata nera con un messaggio in più lingue. È un problema serio, ma se la causa è un errore software, a volte basta un riavvio del Mac. Se succede spesso e abbiamo fatto qualche intervento hardware di recente, aggiungendo memoria o altro, controlliamo che la memoria RAM sia correttamente alloggiata e che i componenti interni siano ben connessi.

Come giudichi l'articolo?
[Totale: 2 Media: 4.5]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il commento!
Il tuo nome